Contanti: torna il premio per chi non li usa

25 Luglio 2020 | Autore:
Contanti: torna il premio per chi non li usa

Il Governo vuole ripristinare gli incentivi promessi con la legge di Bilancio e bloccati dalla crisi per chi utilizza i pagamenti elettronici.

Incentivare i cittadini all’uso di strumenti di pagamento tracciabili e ad abbandonare l’utilizzo dei contanti. Questo lo scopo del fondo che il Governo intende inserire nel decreto Agosto, ripristinando quanto previsto dall’ultima legge di Bilancio e «parcheggiato» in primavera per dare spazio ai vari decreti anti-Covid.

La battaglia dell’Esecutivo contro monete e banconote fa parte della riforma fiscale alla quale si lavora al ministero dell’Economia. Si è partiti lo scorso 1° luglio con la riduzione del tetto massimo dei contanti, sceso a 1.999,99 euro fino al 31 dicembre 2021, dopodiché la soglia scenderà ancora a 999,99 euro. Oggi sono state eliminate le detrazioni fiscali su alcuni pagamenti fatti con strumenti non tracciabili, mentre sempre dalla stessa data è stato introdotto il credito d’imposta del 30% sulle commissioni sostenute da esercenti e professionisti per i pagamenti tramite Pos.

Con il decreto Agosto, il Governo è pronto a mettere in campo il fondo da tre miliardi di euro per far partire il premio a chi non utilizza i contanti. Si tratta del famoso «bonus Befana», previsto inizialmente da gennaio (ma poi mai partito per colpa della crisi). Un rimborso annuo alle persone fisiche maggiorenni e residenti in Italia che faranno degli acquisti tracciabili.

Lo stesso vale per la lotteria degli scontrini, ancora in attesa della prima estrazione. È addirittura attivo il sito ufficiale creato dal Governo con le istruzioni per poter vincere fino a 5 milioni di euro. Per ora, soltanto una vetrina in attesa che venga dato il via.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube