Università: le agevolazioni in arrivo per i nuovi studenti

27 Luglio 2020 | Autore:
Università: le agevolazioni in arrivo per i nuovi studenti

Dall’ampliamento della no tax area a 20mila euro agli sconti sulle tasse, dalla Sim in regalo al bonus per comprare un pc.

Sia il ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, sia i rettori di tutta Italia sono già impegnati per evitare che il prossimo anno accademico registri l’ennesimo bagno di sangue nel numero delle iscrizioni (sono 37mila le iscrizioni perse in Italia negli ultimi 15 anni). Ecco che, allora, fioccano le agevolazioni per i nuovi studenti, in modo da invogliare i ragazzi a non lasciar passare il treno che porta agli atenei.

Due i binari tracciati dal Governo per convincere gli indecisi. Da un lato, i 165 milioni e gli ulteriori 8 milioni per Accademie e Conservatori per abbassare le tasse universitarie e per incrementare il numero di borse di studio. Altri interventi consentono di aumentare la dote dell’emergenza prevista dal decreto Cura Italia, e di allargare la platea di chi rientra nella no tax area: la soglia sale da 13mila a 20mila euro, mentre chi ha un Isee inferiore a 30mila euro avrà diritto a sconti dal 10% all’80%.

Inoltre, il Ministero ha appena stanziato 75 milioni di euro alle università statali e 7 milioni alle non statali per diversi interventi, dalla messa in sicurezza delle sedi alla riduzione del gap digitale.

Oltre all’innalzamento della no tax area, alcuni atenei propongono sconti per le nuove matricole che hanno ottenuto il diploma di Maturità con un voto di almeno 94 e per chi è già iscritto, sulla base dei crediti accumulati. In altri casi, vengono introdotti dei bonus famiglia o fondi anti-emergenza.

Infine, ed in vista di una ripresa mista tra didattica in presenza e quella a distanza, non mancano le università che propongono agli studenti una scheda Sim da 60 Giga per la connessione dati, voucher da 100 euro per l’acquisto di un pc o di un tablet, bonus informatici e chi più ne ha più ne regali.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube