Donna e famiglia | Articoli

Come riconoscere le truffe sentimentali online

28 Luglio 2020
Come riconoscere le truffe sentimentali online

Cosa fare per non cadere nella trappola della truffa romantica.

Molto spesso su internet ci si imbatte in malintenzionati che contattano le donne, tramite social network o siti di incontri online, fingendo di essere interessati ad una relazione romantica allo scopo di carpirne la fiducia in cambio di soldi. Nell’articolo che segue ti spiego come riconoscere le truffe sentimentali online.

Immagina di trascorrere un sabato sera in casa, da sola. Decidi di guardare la televisione, ma dopo aver fatto zapping sui vari canali ti rendi conto che non trasmettono nulla di interessante. Non hai sonno, per questo prendi il portatile e ti colleghi ad internet. Un’amica ti ha parlato di una nuova chat dove poter conoscere persone interessanti. Perché non provarci? Ti registri sul sito, fai una breve descrizione di te stessa e il gioco è fatto. Dopo qualche minuto, ricevi un messaggio da un utente che dice di chiamarsi Federico e di essere un architetto. Avete una lunga e piacevole conversazione, durante la quale parlate del vostro lavoro e delle vostre passioni. Lui ti piace molto, al punto che vi scrivete tutti i giorni e vi scambiate i numeri di telefono.

Dopo un po’ di tempo, però, alla tua richiesta di incontrarvi, lo sconosciuto inizia ad accampare delle scuse, sostenendo di non avere abbastanza soldi perché gli affari vanno male e la crisi economica non fa sconti per nessuno. Ti manda una sua foto e tu lo trovi talmente bello e interessante che quando ti chiede in prestito dei soldi per raggiungerti, non ci pensi due volte e gli fai un bonifico bancario di 400 euro. Federico, però, non si presenta all’appuntamento. Provi a chiamarlo, ma il telefono è staccato. Allora lo cerchi su internet e scopri che la foto che ti ha inviato appartiene al profilo di un’altra persona. Come comportarsi in questi casi? Lo scopriamo subito.

Cosa sono le truffe sentimentali online?

Sono tantissime le persone che ogni anno rimangono vittime di una truffa sentimentale online (romance scam) e, la maggior parte delle volte, si tratta di donne fragili, sole o che stanno attraversano un periodo di difficoltà.

In pratica, il meccanismo è il seguente: l’autore della truffa sceglie la sua vittima – solitamente tra i 40 e i 65 anni – e la riempie di attenzioni, facendola sentire desiderata e unica fino a farla innamorare perdutamente. A questo punto, l’uomo le chiede i dati della sua carta di credito con la scusa di aver perso il lavoro, di essere in difficoltà economiche, ecc. Qualora la donna si rifiuti di consegnare il denaro, allora il truffatore inizia a ricattarla con la classica frase “se non mi consegni i soldi diffondo le tue foto sul web” e, una volta ricevuto il denaro, sparisce nel nulla.

Ovviamente, la vittima di una truffa sentimentale subisce un forte contraccolpo emotivo che la rende ancora più fragile ed insicura fino a farla cadere in uno stato di profonda depressione.

Come riconoscere le truffe sentimentali online

Partiamo subito da un esempio.

Tizia ha 45 anni ed è divorziata. Un giorno, riceve una richiesta d’amicizia su Facebook da parte di Caio, il quale sostiene di essere un medico e di trovarla molto bella. Inizia una fitta corrispondenza sul social network tanto che i due cominciano una storia d’amore a distanza, fatta di messaggi e videochiamate. Dopo circa 3 mesi, Caio le comunica di dover partire per lavorare come medico in un piccolo ospedale da campo in Africa. Poco prima della partenza, Tizia riceve un messaggio sul cellulare dove Caio le dice che gli hanno bloccato il conto e di aver bisogno di 3.000 euro, altrimenti non potrà partire. Quando la donna effettua il bonifico, Caio fa perdere le sue tracce.

Per evitare di incappare nella stessa situazione di Tizia, ti spiego adesso come riconoscere le truffe sentimentali online:

  • la residenza del truffatore: se lo sconosciuto dichiara di vivere all’estero è già un campanello d’allarme. Spesso, infatti, di tratta di uomini stranieri che raccontano di aver perso la moglie o di aver acquistato una casa in Italia. In casi come questi, è bene insospettirsi;
  • il profilo social del truffatore: diffida sempre quando vieni contattata da persone che hanno i tuoi stessi interessi. La maggior parte delle volte si tratta di profili creati appositamente per trarre in inganno le vittime;
  • i messaggi inviati dal truffatore: spesso, sono vaghi e scritti con errori grammaticali e di ortografia;
  • le scuse del truffatore: per non incontrarsi o non vedersi in webcam, lo sconosciuto inventa le storie più inverosimili come, ad esempio, che il telefono è rotto;
  • le richieste del truffatore: spesso, ti chiede denaro o i dettagli della tua carta di credito, del conto online o addirittura le copie dei tuoi documenti personali per pagare il viaggio d’incontro oppure una cura medica per sé o i suoi familiari. In tal caso, scappa a gambe levate.

Truffe sentimentali: come difendersi 

A questo punto, vediamo cosa puoi fare nel momento in cui ti trovi di fronte ad un truffatore del genere:

  • non consegnare mai i tuoi soldi e, nel caso in cui tu abbia già dato i dati della carta di credito o del conto corrente, contatta subito la banca;
  • controlla il profilo social del presunto truffatore: se non ha amicizie, informazioni personali, aggiornamenti di stato, ecc., allora potrebbe essere un profilo finto; 
  • verifica che la foto del truffatore non sia già presente su internet: molte volte si tratta di persone che rubano l’identità altrui;
  • non inviare i tuoi documenti o dati personali, né foto o video che ti ritraggono.

Infine, se ritieni di essere vittima di una truffa sentimentale online non perdere altro tempo e recati alla più vicina caserma dei carabinieri o in questura per denunciare i fatti, allegando qualsiasi elemento utile, come ad esempio messaggi, mail, foto, ricevuta bonifico, ecc.



2 Commenti

  1. Mi pare discriminatorio limitare gli esempi alle sole truffe subite da utenti donne, il fenomeno è anche rivolto contro il mondo maschile anche se con altre forme. Spiego e faccio anche l’esempio del sito fdating.com pieno di donne dell’est molte delle quali, con la scusa dei loro bassi salari rispetto a quelli europei, non esitano a chiedere il “pacchetto gratuito all inclusive” per poter avere un incontro con loro, quindi l’uomo dovrebbe pagare aerei, alloggio e vitto alla furba scammer di bell’aspetto…. la truffa sta nel fatto che sono in realtà delle vere e proprie escort che potrebbero benissimo pagarsi da sole quantomeno i voli…. il sito fdating.com finge di agevolare le segnalazioni di questi comportamenti da scammer ma in realtà nulla agisce per bloccarle, i loro profili restano attivi o ne creano di nuovi e proseguono indisturbate….

  2. ma gia’ il fatto che per poter chattare conuna persona bisogna pagare e’ una truffa perche’ le ragazze spesso non rispondono e tendono a tirare l’aqua al proprio mulino perdendo tempo e non fissano mai l’appuntamento perche’
    sono profili fittizi.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube