Cronaca | News

Stato di emergenza: oggi si decide la proroga

28 Luglio 2020 | Autore:
Stato di emergenza: oggi si decide la proroga

Questa mattina il parere del Consiglio dei ministri. Oggi e domani Conte in Parlamento. Giovedì il prolungamento verrà ufficializzato dal Governo.

Mancano ormai tre giorni alla fine dello stato di emergenza proclamato il 31 gennaio scorso per l’epidemia – poi diventata pandemia – di coronavirus. Tre giorni in cui il Governo deciderà, quasi sicuramente, di prorogarlo per altri tre mesi, fino al 31 ottobre. Questa mattina, il Consiglio dei ministri darà una prima indicazione sul come attuare la proroga. Ci sono ancora dei contrasti all’interno della maggioranza: Pd e Italia Viva da una parte che chiedono di coinvolgere il Parlamento, accompagnando la decisione delle Camere con un decreto legge. Dall’altra, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, preferirebbe far di testa sua, pur sentendo, comunque, il parere di deputati e senatori. Discussione accesa anche sul perimetro entro il quale potrà muoversi il Governo.

Conte, dopo la riunione di Gabinetto a Palazzo Chigi, dovrebbe riferire oggi pomeriggio a Palazzo Madama, mentre domani farebbe altrettanto a Montecitorio. Nelle Aule, il premier – secondo le sue intenzioni – dovrebbe illustrare una decisione già praticamente presa.

Il tutto si risolverà entro giovedì, con un nuovo Consiglio dei ministri in cui la proroga dello stato di emergenza verrà formalizzata, pur con il parere contrario delle opposizioni. Il Governo si terrà, quindi, i pieni poteri sulla gestione del coronavirus nei prossimi tre mesi. Periodo cruciale, peraltro, se dovessero confermarsi i timori di una nuova forte ondata di contagi in autunno.

Rispetto alla prima fase che si concluderà venerdì 31 luglio, da qui al 31 ottobre ci potrebbe essere qualche novità, forse con la firma in settimana di un nuovo Dpcm, formula a cui, ormai, siamo abituati. Tra queste, il probabile via libera a congressi e fiere dal 1° settembre, sempre mantenendo le solite misure di sicurezza (uso delle mascherine e distanziamento interpersonale).

C’è, poi, la delicata gestione della riapertura delle scuole, di cui si occuperà il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri. Ma la proroga dello stato di emergenza dovrebbe servire anche a prendere delle decisioni immediate sugli spostamenti da e per l’Italia. Ci sarà, infine, da definire i poteri delle Regioni e degli enti locali ed il loro rapporto con l’Esecutivo, reso spesso avvelenato durante i primi sei mesi di emergenza.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube