Diritto e Fisco | Articoli

Equitalia: condono sulle cartelle senza pagare sanzioni e interessi

9 Novembre 2013
Equitalia: condono sulle cartelle senza pagare sanzioni e interessi

I contribuenti potrebbero chiudere il conto con il Fisco degli ultimi 5 anni pagando solo le imposte, senza sanzioni e interessi, con uno sgravio che potrebbe arrivare anche a oltre il 50% della cartella esattoriale.

Sarà segno della crisi economica, del malcontento del popolo verso i tributi e la politica, del clima “da ribellione” che ormai si respira ovunque; fatto sta che il Parlamento sta per prendere una decisione che potrebbe cambiare le sorti di molte famiglie debitrici nei confronti di Equitalia.

Prende sempre più forma la proposta di modificare la legge di stabilità prevedendo la possibilità di poter chiudere le cartelle esattoriali degli ultimi cinque anni senza pagare le sanzioni e gli interessi.

Sarebbe una misura senza precedenti e che si aggiungerebbe a quelle – già molto incisive – adottate dall’ultimo Governo. Tra queste ultime ricordiamo l’ormai definitiva impignorabilità dell’abitazione principale e dei beni strumentali all’attività di impresa e di lavoro autonomo, la possibilità di sospendere fino a otto rate la dilazione dei pagamenti senza che il contribuente decada dal beneficio della rateizzazione o ancora la possibilità di spalmare il debito con Equitalia anche fino a 120 rate in caso di difficoltà economica.

Dunque, se la misura attualmente rimessa al dibattito delle forse politiche verrà approvata in modo definitivo, i contribuenti potrebbero vedere un alleggerimento – in determinati casi – di oltre il 50% delle cartelle esattoriali.

La notizia di questo nuovo condono – battuta nelle prime ore dell’alba dal Sole 24 Ore, nella versione cartacea – sta già suscitando reazioni contrastanti. Il Pd, per esempio, è contrario all’idea di favorire i cosiddetti “furbetti del condono”. Di contrario avviso è, invece, il PdL.

Per migliorare i rapporti fisco-contribuenti non sembra tramontare ancora l’idea di introdurre un concordato preventivo triennale: una sorta di patto tra cittadini, imprese e amministrazione finanziaria con il quale i tributi dovuti saranno determinati in via presuntiva e anticipata sulla base delle reali potenzialità dell’impresa sia in termini di struttura che di tipologia di attività esercitata.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

16 Commenti

  1. Ottimo i furbetti sono cosi pochi con questa crisi che io penserei a un condono totale un imprenditore non si rimettera mai in gioco se avra un cane come equitalia che lo azzanna apoena esce allo scoperto
    E chi ci sta perdendo è lo stato lasciate che gli impenditori riprovino forti della loro esperienza ansi chiamateli voi a riprovarci rassicurandoli non vi deluderanno

  2. vorrei dire tanto al pd che non si tratta di furbetti anzi è una situazione grave che incombe solo sulle persone oneste.. equitalia è come uno strozzino se hai 100 euro da pagare in poco tempo tra sanzioni e mora te li porta a 1000.. ma roba da pazzi . solo in italia c’ è questo sitemato di “strozzino” autorizzato…. ed ecco il pdl almeno ragiona!

  3. Mi domando ma per quelli come me diversamente furbi che hanno già pagato? C’è solo vabbe pazienza?

  4. il Pd è contro l’ alleggerimento degli interessi e delle sanzioni sulle cartelle di Equitalia. SIETE DELLE GRANDISSIME FACCE DI MERDA e quando affonderemo noi con le nostre imprese ormai stracciate dalla crisi dovrete fare i conti con ben altri interessi. Promuovete le campagne per la fame nel mondo e non siete in grado di capire che siamo tutti alle corde nel NOSTRO PAESE. tutto questo per farvi rimborsare anche il pane al supermercato. se avete fame venite a mangiare a casa mia, vi farò sperimentare l’ umiliazione di fare la CARITA’ ai direttori delle banche. VIGLIACCHI. SI ALLO STRALCIO DELLE SANZIONI USURAIE!

  5. gli evasori sono a destra e a sinistra quindi il pd farebbe bene a stare zitto. equitalia deve essere riformata perchè interessi dell’otto per annuo sono da strozzini. ma si sa questa è la repubblica delle banane dove i parlamentari con il loro atteggiamento prendono per i fondelli il popolo bue ed il popolo bue con le gabelle imposte da questa casta di politici che pensa solo a riscuotere uno stipendio senza fare un bel niente continua a subire impassibile parlando parlando senza però fare una bella manifestazi9one dove andrebbe fatta e mandare via a pedate nel culo tutti questi mangiapane a ufo che si prendono gioco di chi sta cercando di sopravvivere. di mettere un piatto in tavola per la propria famiglia e di tirare avanti con la propria attività alla meglio peggio. impariamo dalla Romania dove nel 1989 ha destutito dal potere un infame dittatore.

  6. chi ha da fare con equitalia non è un evasore. E un povero disgraziato che al posto di chiudere l’attività e licenziare i dipendenti continua a sperare in tempi migliori, il ringraziamento da parte dello stato Ti toglie tutto pure la dignità di uomo.
    questa era una proposta da fare anni prima per salvare migliaia di piccole imprese ora ci sono a rischio anche i lavoratori pubblici. La sinistra deve pensare che se non ci sono i privati non esisterà più il pubblico. (e chi vi vota più) braviiiiiii

  7. Già, e per chi come me che sta pagando una rateizzazione del debito in 120 rate cosa succede? Gli interessi pagati hanno raddoppiato l’importo, di conseguenza avrei già estinto il mio debito, invece dovrò ancora pagare per un anno e mezzo!!!

  8. EQUITALIA APPARTIENE PER IL 49 PER CENTO ALL’INPS E PER IL RIMANENTE 51 ALLO STATO. COSA C’ENTRA L’INPS CON L’AGENZIA DELLE ENTRATE?

  9. A COME E IMPOSTATA LA COSA DIREI CHE I POVERI NON POTRANNO PAGARE I RICCHI PACHERRANNO DI SICURO MA SCUSATE MA FORSE I POLITICI NON ANNO ANCORA CAPITO CHE STIAMO SOPRAVIVENDO E DELLE TASSE NON CI IMPORTA NULLA
    ALLORA FATE UN CONDONO CHE CI PERMETTE A TUTTI DI ONORARE I NOSTRI DEBITI CHE CI PERMETTE DI PAGARE CIO CHE E GIUSTO CON GIUSTI ANTICIPI E CON GIUSTE DILATAZIONE PERCHE COSI SOLO CHI A I SOLDI POTRA PAGARE MA CHI NON LI A NON POTRA FARE NULLA INSOMMA ANCORA UNA VOLTA LA LEGGE SE LA STANNO FACENDO PER LORO STESSI
    SCUSATE MA ORMAI SE RIUSCIAMO A MANGIARE E ANCHE TROPPO VE LO DICE UNO CHE LAVORA IN PROPRIO E NON POSSO PAGARE PIU NIENTE ALLORA SCUSATE SE DICO STA FESSERIA BEN VENGANO QUELLI CHE LAVORANO IN NERO PERCHE SONO GLI UNICI CHE NON PAGANO ANNO AGEVOLAZIONI E STANNO UN POCHINO MEGLIO DI NOI ANCHE SE ANCHE LORO PREFERIREBBERO LAVORARE ALLA LUCE DELL SOLE GRAZIE

  10. caro sig cristiani qui non si trattadi furbetti ma di equitalia che si comporta peggio degli strozzini io ho una cartella in origine di 19.000 euro per un casino combinato dal commercialista lo sa quanto a quanto è arrivata???? be glielo dico io tra sanzioni interessi e balzelli vari a 53.000 !!!!!!!!! HO GIA PAGATO 24 RATE …. certo se tolgono le sanzioni è un bel respiro…

  11. Con tutto il rispetto verso chi ha già pagato, ricordo a costoro che chi ha la cartella Equitalia non è un’evasore o furbetto. I Furbetti sono quelli che NON DICHIARANO, redditi, iva e quant’altro. Qui si parla di ditte individuali, piccole imprese che non ricevono alcun sostegno, che fatturano e dichiarano tutto, hanno avuto semmai il problema di non riuscire a pagare. Mossa poco furba perché le sanzioni + gli aggi di Equitalia fanno lievitare del 30% e più il conto finale. Infatti chi come me non è riuscito a versare l’iva per due anni oggi si ritrova a pagare rate che sommate formano un importo maggiore rispetto all’iva fatturata quest’anno impedendo così di pagare in tempo l’iva attuale che verrà per l’appunto pagata in ritardo con maggiorazioni ecc. Chi entra in questo tunnel non ne esce più, neanche gli strozzini chiedono così tanto per un ritardato pagamento. Io non chiedo lo sgravio dell’imposta, questo non sarebbe giusto nei confronti di chi ha pagato, ma il solo sgravio delle sanzioni e degli aggi e un piano rateale che ci permetta di pagare il pregresso senza rinunciare a pagare l’attuale.

  12. Io sono nella stessa situazione del Sig Bruno, ealtri. Hò avuto dei probblemi diversi anni fa; ed ora mi ritrovo a pagare interessi sopra ineressi senza via d’uscita .Sono andato in pensione a marzo 2014 ed ora sono arrivati puntualmente per la riscossione.Hò due ragazzi di 16 anni che chiaramente vanno a scuola.A parte i costi che si sa ci sono ,non so piu cosa fare!!!!!!

  13. io sono un installatore che fino al 2008 dal 1986 che ho la partita iva non ho eveso e non ho SALTATO UN PAGAMENTO HO SEMPRE pagato imps e inaiL TASSE ora non sono riuscito a pagare delle cartelle perchè mi sonno soffocato di debiti per pagarle nel tempo ho chiesto 20000 euro di finanziamento ALLA EX CITIFIN poi non sono riuscito a far fronte lo tesso all’indebitamento con le varie cartelle e da 50.000 euro circa che dovevo pagare ora sono arrivato a 116.000,00
    non riesco a rateizzare il debito perché ho una precedente rateizzazione non andata a buon fine vista la crisi ora dico io sono pieno di contratti di lavoro ma non posso prendere le commesse perchè non avendomi rinnovato la rateizzazione non ho il durc è possibile che se noi abbiamo DEI debiti con lo stato per farci pagare dobbiamo subire questi ricatti e se è lo stato a doverci PAGARE NOI IN CHE MODO LI RICATTIAMO PER PRENDERE I NOSTRI AVERI?

  14. con quale coraggio dicono rottamazione,sono stato da equitalia le rate sono 5 ma dalla prima alla 5 si paga intaressi al 4,5% cosi gira e rigira ti fregano sempre.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube