Tutti i bonus auto disponibili da domani

31 Luglio 2020
Tutti i bonus auto disponibili da domani

Il decreto Rilancio ha ampliato gli incentivi partiti a marzo 2019 per cercare di dare ossigeno al disastrato settore dell’automotive.

Con l’ampliamento degli incentivi sull’acquisto di automobili previsti da marzo 2019, ci si potrà permettere più agevolmente macchine elettriche, ibride o anche dal tradizionale motore termico: una buona notizia considerando che, dati alla mano, restano le più richieste sul mercato, indice di una diffidenza ancora attuale nei confronti della mobilità green o “alternativa”.

È l’effetto del decreto Rilancio. Non solo estensione dei bonus già partiti a primavera dell’anno scorso, ma anche più risorse, più incentivi a comprare moto elettriche e ibride anche senza rottamazione, premio da 750 euro per le persone fisiche che rottamano due vetture vecchie invece di una e sconto fiscale a chi acquista un’usata Euro 6 o a emissioni contenute.

La legge 145 del 2018 prevedeva già, per il periodo 2019-2021, contributi da 1.500 a 6mila euro per gli acquisti di auto ibride plug-in ed elettriche, con o senza rottamazione a seconda dei casi. Sostanzialmente i bonus andavano a chi decideva di comprare per lo più auto ibride plug-in a emissioni ridotte (21-60 g/km) e prezzo inferiore ai 50mila euro o a chi acquistava un’auto elettrica (Co2 0-20 g/km).

Agli incentivi già in essere si aggiungono quelli in partenza da domani: mille euro senza rottamazione e duemila euro con rottamazione per elettriche e ibride, mentre sul versante dei motori tradizionali, sarà possibile avere un bonus dai 750 ai 1.500 euro, a seconda che si abbia o meno una macchina da rottamare, per l’acquisto di un veicolo con emissioni tra 61 e 110 g/km.

Il Sole 24 Ore, stamattina, nella sua guida agli incentivi per la mobilità, pubblica l’elenco di quelli disponibili, dal 1° agosto al 31 dicembre. Eccoli qui:

  • 8mila euro nella fascia 0-20 g/km con rottamazione;
  • 5mila euro nella fascia 0-20 g/km senza rottamazione;
  • 4.500 euro nella fascia 21-60 g/km con rottamazione;
  • 2.500 euro nella fascia 21-60 g/km senza rottamazione;
  • 1.500 euro nella fascia 61-110 g/km con rottamazione;
  • 750 euro nella fascia 61/110 g/km senza rottamazione.

«In tutta questa fase – precisa il quotidiano di Confindustria – fino al 31 dicembre, il venditore deve aggiungere uno sconto di almeno 2mila euro se c’è rottamazione e di mille se non c’è. Si arriva così a benefici totali compresi tra 1.750 e diecimila euro».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube