Superbonus 110, ecco quando conviene

31 Luglio 2020
Superbonus 110, ecco quando conviene

La guida per capire in quali casi la maxi-detrazione è applicabile e vantaggiosa.

Sgravi fiscali al 110% sulle spese per i lavori in casa, sconto in fattura o cessione del credito. Il superbonus 110 sembra un’occasione da cogliere al volo, ma per capire con certezza quando si può accedere e quando è davvero un’opportunità da non farsi scappare bisogna leggere tra le righe della complessa normativa che ha previsto l’incentivo.

Le circolari attuative non sono ancora arrivate, ma i requisiti tecnici richiesti per l’accesso al bonus sono stati precisati, in questi giorni, dai due decreti del ministero dello Sviluppo economico e da una guida dell’Agenzia delle entrate. Chiarimenti cui si aggiunge, stamattina, un dossier-guida del Corriere della Sera che fa il punto sui vantaggi – e gli svantaggi – della misura, articolato in faq, le frequenti asked questions, le domande poste più di frequente dai lettori.

Sempre vantaggioso? 

Secondo il quotidiano milanese, i pro superano i contro, nel senso che il superbonus 110 si rivela vantaggioso nella stragrande maggioranza dei casi. A volte, però, le spese per i lavori non si riescono a coprire per intero; questo accade in alcune circostanze specifiche, come quando, ad esempio, gli interventi costano più del tetto previsto per la singola unità immobiliare o sforano i valori congrui che saranno indicati dal ministero dello Sviluppo economico (Mise).

Pensiamo, per dirne una, al cappotto termico: se il Mise  indicherà un costo di 100 euro, tutto quello che spendiamo in eccesso sarà a carico nostro. La detrazione potrebbe non coprire le spese per intero anche quando si è è fiscalmente incapienti (ma si può rimediare scegliendo di fare ricorso alla cessione del credito) o non si ottiene un miglioramento di due classi energetiche.

Attestati di prestazione energetica

I lettori del Corriere chiedono anche se la ripartizione delle spese in condominio debba avvenire per millesimi di proprietà. La risposta è no: non c’è un obbligo in tal senso. All’assemblea di condominio è riconosciuta piena libertà d’azione, purché si decida con le maggioranze ridotte previste per le opere di risparmio energetico.

Viene inoltre chiarito che la consulenza di un professionista, per chi vuole beneficiare della misura, è fondamentale e fin da subito, perché servono i cosiddetti Ape, attestati di prestazione energetica, uno prima dei lavori e uno dopo, in modo da garantire il miglioramento di almeno due classi energetiche attraverso gli interventi di efficientamento.

Casi specifici

Sì al cambio dei serramenti nel singolo appartamento, se il condominio vuole eseguire la coibentazione. No al cambio dei pavimenti, a meno che non venga effettuato insieme a opere di manutenzione straordinaria: a quel punto può rientrare non nel superecobonus ma nel bonus ristrutturazioni.

Laddove un condominio che non abbia il riscaldamento centralizzato opti per la coibentazione termica, l’inquilino del singolo appartamento che cambia caldaia può accedere al super ecobonus, ma c’è anche la soluzione dell’ecobonus normale (detrazione del 50% da spalmare su un decennio) se la nuova caldaia è ad alta efficienza.

Fino a due case unifamiliari

Il CorrSera ricorda che l’agevolazione è valida fino a due case unifamiliari, purché non siano abitazioni di lusso. Anche chi abita in un appartamento in affitto può beneficiare del superbonus 110, se sostiene le spese, e anche chi ha un ufficio dentro un condominio: in tal caso la misura è valida per le spese per lavori sulle parti comuni, mentre per le porzioni private della singola unità immobiliare si può fare ricorso all’ecobonus normale.

Pagamenti e spese devono essere completati entro fine 2021, i lavori possono invece protrarsi anche oltre.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube