Diritto e Fisco | Articoli

Ripianare i debiti con un mutuo fondiario: si può

11 Novembre 2013
Ripianare i debiti con un mutuo fondiario: si può

Il mutuo fondiario, erogato dietro concessione di un’ipoteca su un immobile, non è un mutuo di scopo e, pertanto, il correntista può utilizzare il denaro come più gli aggrada.

Il mutuo fondiario non è un mutuo di scopo e, pertanto, può essere legittimamente stipulato, da banca e cliente, per venire incontro a qualsiasi necessità di quest’ultimo, sia anche quella di ripianare ed estinguere uno o più debiti preesistenti con altri Istituti di Credito.

A questa conclusione è arrivato, di recente, il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere [1].

Non poche volte, le difficoltà economiche di privati, professionisti e aziende portano questi ultimi a chiedere più di un prestito e spesso ciò avviene con banche differenti. Ci si trova così costretti a convivere con una pluralità di debiti, scadenze, rate, interessi passivi e, ovviamente, rischi di insolvenza.

Per chiudere tutte le posizioni passive, lasciandone aperta una sola – con indiscutibili vantaggi già solo in termini logistici e di rapporti diretti con il mutuante – gli istituti di credito concedono la possibilità di stipulare un mutuo fondiario, quello cioè erogato a fronte di una garanzia (ipoteca) su un immobile.

Ebbene, la concessione di tale prestito non è vincolata a nessuno scopo specifico: in altre parole il correntista può utilizzare il denaro prestatogli per qualsiasi finalità.

Ciò non potrebbe avvenire, invece, nel caso dei cosiddetti “mutui di scopo” (per la definizione, leggi questo articolo: “Mutuo fondiario per ripianare lo scoperto su un altro conto corrente”).

La questione è di rilievo tutt’altro che minimo, perché, nel caso dei mutui di scopo – quelli cioè erogati a condizione che la somma venga utilizzata per una specifica finalità indicata in contratto – il diverso impiego del denaro da parte del correntista rende nullo il contratto stesso.

Dunque, secondo il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, il contratto di mutuo fondiario stipulato allo scopo di estinguere uno o più debiti pre-esistenti scaduti del mutuatario nei confronti dell’istituto di credito mutuante non è nullo per illiceità della causa. Come detto, infatti, il mutuo fondiario non è visto dalla giurisprudenza come un mutuo di scopo.

Tutt’al più la nullità del contratto potrebbe derivare solo nell’ipotesi in cui i debiti pre-esistenti siano illeciti (perché inesistenti o frutto di violazione di norme imperative).


note

[1] Trib. Santa Maria Capua Vetere, sent. del 29.10.2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. gentili signori sono un polizziotto in pensione di arezzo chiedo cortesemente un vostro aiuto in quanto mi è narrivato un decreto ingiuntivo valido 40 giorni ,chiedo con urgenza un vostro aiuto
    affinché non venga pignorata la pensione se la percepirò in dicembre con la tredicesima FORSE IL 13 DICEMBRE 2013 -VI PREGO di contattarmi con urgenza al 3397844447 e tel.fisso 0575.368933 riservato -fine un polizziotto in miseria con una pensione da fame dopo 30anni di onesto lavoro -fine —————————–decreto ingiuntivo notificato il 28.11.2013 ,ma non firmato dallo scrivente e da mia moglie -fine -stop urgente

    1. Questa è una risposta automatica.
      La ringraziamo per la Sua richiesta.
      L’enorme numero di consulenze che riceviamo quotidianamente ci ha obbligato ad attivare uno servizio di richiesta, tramite “ticket”, onde poter dare un riscontro a tutti, in modo professionale e, soprattutto, in tempi certi.
      E’ possibile acquistare il “ticket” online cliccando sul banner “Richiedi una consulenza” posto ad inizio e fine di ogni articolo. Quindi il sistema seguirà l’utente in una procedura di pagamento sicuro e facile, attraverso carta di credito. Per maggiori informazioni ci telefoni o chieda l’IBAN dello Studio Associato.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube