Diritto e Fisco | Articoli

6 cose da sapere se ti trovano con della droga

3 Agosto 2020 | Autore:
6 cose da sapere se ti trovano con della droga

Cosa succede se la polizia ti ferma mentre fumi uno spinello? Come difendersi dall’accusa di spaccio? Perquisizione e sequestro: sono legittimi?

Drogarsi non è reato, ma può comportare l’irrogazione di sanzioni amministrative. Spacciare droga, invece, costituisce sempre reato, anche se la cessione avviene a titolo gratuito, cioè senza alcun guadagno per lo spacciatore. È questa la grande distinzione che bisogna sempre tenere a mente: la droga per uso personale non è reato, ma illecito amministrativo, mentre la cessione è sempre un crimine. Fatta questa fondamentale premessa, vediamo ora quali sono le sei cose da sapere se ti trovano con della droga.

Mettiamo il caso che, mentre sei alla guida della tua auto, la polizia ti fermi e noti sul sedile del passeggero un sacchetto contenente della marijuana. Cosa fare in un caso del genere? Oppure ancora, poniamo che i carabinieri ti sorprendano in strada mentre, con un amico, stai fumando uno spinello. Cosa devi fare? Come comportarsi? Quali sono i tuoi diritti? Se l’argomento ti interessa, prosegui nella lettura: vedremo insieme quali sono le principali cose da sapere se la polizia ti trova con la droga.

Droghe pesanti e droghe leggere: c’è differenza?

Se la polizia ti trova con la droga, dal punto di vista giuridico la tua posizione non cambia a seconda del tipo di sostanza stupefacente che hai con te, nel senso che, se ti scoprono mentre fumi uno spinello, sarai sanzionato dal punto di vista amministrativo allo stesso modo dell’assunzione di una droga pesante, tipo eroina.

Anche da un punto di vista penale, per la legge è reato sia lo spaccio di droghe leggere (hashish, marijuana, ecc.) che lo spaccio di droghe pesanti (cocaina, eroina, ecc.). In questa ipotesi, però, c’è una differenza che riguarda il trattamento sanzionatorio: lo spaccio di droghe leggere è punito meno severamente rispetto alla medesima condotta avente ad oggetto le droghe pesanti.

Fumare uno spinello: cosa può succedermi?

Come anticipato in premessa, l’assunzione di droga non costituisce reato. Dunque, se ti trovano mentre fumi uno spinello le forze dell’ordine non potranno procedere a contestarti alcun reato. Ciò che potranno fare, invece, è sequestrarti la sostanza stupefacente che hai con te e redigere un verbale che verrà trasmesso alla prefettura territorialmente competente per l’avvio della procedura che condurrà all’applicazione della sanzione più adatta.

Secondo la legge [1], chiunque, per farne uso personale, illecitamente importa, esporta, acquista, riceve a qualsiasi titolo o comunque detiene sostanze stupefacenti, è sottoposto, per un periodo variabile che va da un minimo di un mese a un massimo di un anno a seconda del tipo di droga, a una o più delle seguenti sanzioni amministrative:

  • sospensione della patente di guida, del certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e del certificato di idoneità alla guida di ciclomotori o divieto di conseguirli per un periodo fino a tre anni;
  • sospensione della licenza di porto d’armi o divieto di conseguirla;
  • sospensione del passaporto e di ogni altro documento equipollente o divieto di conseguirli;
  • sospensione del permesso di soggiorno per motivi di turismo o divieto di conseguirlo se cittadino extracomunitario.

Ma non solo: se, al momento dell’accertamento, colui che è trovato con la droga ha la diretta e immediata disponibilità di veicoli a motore, la polizia procede all’immediato ritiro della patente di guida. Qualora la disponibilità sia riferita ad un ciclomotore, la polizia ritira anche il certificato di idoneità tecnica, sottoponendo il veicolo a fermo amministrativo. Il ritiro della patente di guida nonché del certificato di idoneità tecnica e il fermo amministrativo del ciclomotore hanno durata di trenta giorni.

Alle stesse sanzioni andrai incontro se, come specificato nel primo paragrafo, anziché uno spinello stai assumendo una droga pesante.

Come difendermi se la polizia mi trova con la droga?

Se la polizia ti trova con la droga potrai difenderti sostenendo che essa è per il tuo esclusivo uso personale. Ogni altro tipo di giustificazione sarebbe inadeguata e porterebbe alla contestazione di un reato: infatti, non solo la cessione di droga (anche solo a titolo gratuito) costituisce un crimine, ma anche il mero trasporto o la momentanea detenzione per darla ad altri (salva l’ipotesi del consumo di gruppo, di cui ti parlerò nell’ultimo paragrafo).

Se le forze dell’ordine si avvicinano a te e scoprono che hai della droga (ad esempio, nella tua auto, in tasca o nella borsa), allora ciò che devi fare è giustificare il possesso e non opporti alle autorità, le quali procederanno senza dubbio alla perquisizione e al sequestro della sostanza stupefacente anche se non c’è reato.

Droga: la polizia può perquisirmi?

Se la polizia intende perquisirti (o perquisire la tua auto) per cercare la droga, è inutile che ti opponi: per legge, le forze dell’ordine possono procedere a questo tipo di controllo quando hanno il fondato sospetto che qualcuno nasconda della sostanza stupefacente.

Non hai diritto a un avvocato, in quanto la perquisizione va effettuata immediatamente. Tuttavia, puoi farti assistere dal tuo legale se egli è immediatamente reperibile. In altre parole, la polizia non è tenuta ad aspettare l’avvocato, ma se questi arriva durante lo svolgimento delle operazioni, sicuramente può assistervi, assicurandosi che la perquisizione avvenga nel rispetto della dignità del perquisito.

Droga: come dimostrare l’uso personale?

Abbiamo detto che solo l’uso personale di droga non è punito penalmente. Come dimostrare che la droga che si ha con sé è per uso personale e non è destinata allo spaccio?

Ebbene, per comprendere quando la detenzione di droga sia finalizzata alla cessione (e costituisca dunque condotta penalmente rilevante) oppure al consumo personale, bisogna guardare al quantitativo e alle modalità del possesso.

Dal primo punto di vista, la legge stabilisce delle soglie di quantità massima (in termini di principio attivo) al di sotto delle quali la detenzione si presume sia per uso personale. Ti consiglio di leggere l’articolo dal titolo come difendersi dall’accusa di spaccio per sapere quali sono questi limiti.

La quantità di principio attivo drogante di cui si è in possesso non è sempre sufficiente, però, ad escludere la punibilità penale: occorre tener conto anche delle modalità di detenzione della droga.

Se, durante una perquisizione, la polizia dovesse trovare un modesto quantitativo di droga rientrante nei parametri sopra indicati, ma già pronto per essere ceduto (ad esempio, perché impacchettato in dosi ben misurate), allora scatterebbe il reato perché si presumerebbe che la droga fosse destinata al mercato, cioè alla cessione.

Droga: il consumo di gruppo è punibile?

Se la polizia ti trova insieme ad alcuni amici mentre fate uso di sostanze stupefacenti, allora sappi che un’altra eccezione alla punibilità penale del possesso di droga è il consumo di gruppo, il quale è equiparato all’uso personale.

Si ha consumo di gruppo di sostanze stupefacenti quando la droga viene acquistata solamente da uno degli assuntori e poi divisa tra tutti gli altri.

In altre parole, se colui che compra la droga la divide poi tra coloro che erano d’accordo con lui affinché l’acquistasse, allora non si integra alcun reato.

Insomma: chi prende la droga su mandato di altre persone e poi divide la sostanza stupefacente con i mandanti, non commetterà alcun crimine.


note

[1] Art. 75 d.P.R. n. 309/1990.

Autore immagine: Depositphotos.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube