Bonus vacanze: come sta andando

3 Agosto 2020
Bonus vacanze: come sta andando

I voucher erogati hanno superato il milione, ma le strutture ricettive italiane che lo accettano sono, finora, circa 10mila.

Sono già più di un milione le famiglie italiane che hanno ottenuto il Bonus vacanze, l’incentivo in forma di voucher con cui chi soggiorna in strutture ricettive italiane dal 1° luglio fino al 31 dicembre può ottenere uno sconto fino a 500 euro.

Sono due ministri ad annunciare il traguardo del milione di erogazioni raggiunto ora dal Bonus vacanze: Paola Pisano, ministra dell’Innovazione tecnologica, e Dario Franceschini, ministro della Cultura.

«Ha superato un milione il numero di cittadini che hanno ricevuto il Bonus Vacanze grazie a IO, l’app dei servizi pubblici, con cui è possibile accedere da smartphone a numerosi servizi della Pubblica Ammistrazione», scrive la ministra dell’Innovazione tecnologica, Paola Pisano, in un post su Facebook.

Sceglie, invece, Twitter il ministro della Cultura Dario Franceschini, per lanciare il suo annuncio, di analogo contenuto: «Superato il milione di Bonus vacanze:  1.000.088 già erogati e oltre 140.000 già spesi in hotel,  B&B, campeggi. E continuano ad aumentare le strutture ricettive che aderiscono a questa importante iniziativa che supporta il turismo e la spesa delle famiglie a reddito medio basso».

«I numeri sono in crescita – aggiunge Franceschini – dopo solo un mese dall’entrata in vigore sono più di un milione i bonus vacanze ottenuti attraverso l’app IO per un valore economico pari a 450 milioni di euro».

Secondo i dati forniti dal ministro, al momento sono oltre 140mila le famiglie che hanno già speso i bonus in circa 10mila strutture ricettive italiane, «immettendo così nel settore turistico oltre 60 milioni di euro».

In base ai dati dell’Agenzia delle Entrate riportati dal Mibact (Ministero per i beni e attività culturali e per il turismo) la ripartizione territoriale delle spese degli italiani sta avvenendo tra le regioni con un trend non molto difforme dai normali flussi del turismo interno.

Le prime tre Regioni in cui si sono concentrate le spese per le quali si è fruito del bonus vacanze sono l’Emilia Romagna, la Puglia e la Toscana dove, nell’insieme, è stato utilizzato più di un terzo dei bonus erogati: il 16% in Emilia Romagna, il 10% in Puglia ed il 7% in Toscana circa il 7%.

I dati, inoltre, evidenziano che le famiglie stanno decidendo dove trascorrere le vacanze anche in funzione della presenza sui territori di alberghi, campeggi e bed & breakfast che aderiscono all’iniziativa. Infatti l’adesione degli operatori è volontaria e così accade che molte strutture lo rifiutano.

A livello nazionale sono circa 10 mila le strutture dove è già stato possibile spendere i bonus e, in questo primo mese, ciascuna di esse ha ospitato mediamente 11 nuclei familiari. A livello territoriale, il podio per numero di strutture aderenti vede in testa l’Emilia Romagna (13% del totale), a seguire il Trentino Alto Adige (9%) e la Toscana (7%).

Per avere diritto al bonus vacanze, l’Isee del nucleo familiare non deve superare i 40mila euro. Leggi anche “Bonus vacanze: le istruzioni per richiederlo“.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube