Farmaci: quanti ne consumiamo e quanto spendiamo

4 Agosto 2020
Farmaci: quanti ne consumiamo e quanto spendiamo

I dati dell’ultimo rapporto Aifa sull’uso dei medicinali in Italia: cresce la spesa per gli acquisti privati, non rimborsati dal Ssn.

Nello scorso anno, gli italiani hanno consumato ogni giorno 1.604,5 dosi di medicinali ogni 1000 abitanti e la spesa farmaceutica pro capite, che comprende anche i medicinali acquistati direttamente dalle strutture sanitarie pubbliche e di quelli erogati in regime convenzionato, è stata pari a 384,43 euro.

Sono i dati che emergono dal Rapporto nazionale OsMed 2019 ‘L’uso dei farmaci in Italia’, realizzato dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) e diffusi ora dall’agenzia stampa Adnkronos.

Dall’analisi scopriamo che circa 7 cittadini su 10 hanno ricevuto almeno una prescrizione di farmaci, il 62% tra gli uomini e il 71% tra le donne.

La spesa pro capite e i consumi crescono con l’aumentare dell’età: la popolazione con più di 64 anni assorbe oltre il 60% della spesa e circa il 70% delle dosi di medicinali.

Inoltre, il 72% delle dosi è erogato a carico del Servizio sanitario nazionale (Ssn) e il restante 28% acquistato direttamente dal cittadino; si tratta soprattutto medicinali di fascia C con ricetta.

Qui, sono cresciute le spese per i farmaci acquistati dai cittadini di tasca propria. I medicinali di fascia C registrano una spesa di 5,7 miliardi di euro – con un aumento del 6,6% – di cui il 53,6% per farmaci acquistati con ricetta e il 46,4% per i medicinali di automedicazione.

I prodotti a maggior spesa sono, come per l’anno precedente, le benzodiazepine, i contraccettivi e i farmaci utilizzati nella disfunzione erettile; poi vengono antipiretici e Fans, con il paracetamolo che rappresenta il principio attivo a maggior spesa e consumo tra i farmaci di fascia C, mentre tra quelli in fascia A in testa alla classifica compaiono l’associazione amoxicillina – acido clavulanico e pantoprazolo, seguiti dal ketoprofene.

Le dosi consumate giornalmente in regime di assistenza convenzionata sono state 987,7 ogni mille abitanti. Invece, in regime di assistenza territoriale pubblica e privata sono state erogate quasi 2 miliardi di confezioni di farmaci.

Nella ripartizione, mentre le confezioni dei farmaci di classe A acquistati privatamente dal cittadino aumentano del 17,3%, aumentano solo dell’1,6% i farmaci di classe C con ricetta e rimangono pressoché stabili le confezioni dei farmaci di automedicazione (+0,4%).

La spesa totale farmaceutica, pubblica e privata, nel 2019 è stata pari a 30,8 miliardi di euro, di cui il 76,4% rimborsato dal Ssn, con un aumento sia di quella pubblica (+5,3%) che di quella privata (+7,2%).

In dettaglio, la spesa per i farmaci acquistati dalle strutture sanitarie pubbliche è stata pari a circa 13,5 miliardi di euro (218,94 euro pro capite) e ha registrato un forte aumento (+10,9%), anche di consumi (+5,9%).

Considerando le principali componenti della spesa farmaceutica convenzionata, nel rapporto si rileva «un aumento delle quantità (+0,9%), una lieve riduzione dei prezzi (-0,8%) e uno spostamento della prescrizione verso specialità meno costose (-1%)».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube