Cronaca | News

Ryanair rischia lo stop dei voli

6 Agosto 2020
Ryanair rischia lo stop dei voli

L’Enac minaccia di imporre il divieto di partenza se la compagnia aerea non si adeguerà alle norme anti Covid sul distanziamento dei passeggeri.

Mancato rispetto delle normative anti Covid: questa la pesante contestazione dell’Enac, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, a Ryanair, che è stata ufficialmente avvertita: Enac è pronta a sospendere i voli se la compagnia low cost non si adeguerà alle prescrizioni sanitarie vigenti.

L’Enac – si legge nella lettera inviata a Ryanair – ha rilevato «ripetute violazioni delle norme sanitarie anti Covid-19, attualmente in vigore, disposte dal Governo italiano a protezione della salute dei passeggeri».  In particolare, non viene osservato l’obbligo del distanziamento, al quale Ryanair «sistematicamente non si attiene».

Così Enac ha preavvisato il vettore aereo che «ove, inoltre, venisse accertata l’ulteriore inosservanza degli obblighi previsti dalle norme nazionali, sarà costretto ad imporre la sospensione di ogni attività di trasporto aereo negli scali nazionali, chiedendo al vettore di provvedere, contestualmente, alla riprotezione di tutti i passeggeri già in possesso di titolo di viaggio».

Secca la replica della compagnia, che afferma di essere «da sempre impegnata a garantire il massimo livello di sicurezza per i propri passeggeri ed equipaggi» e sostiene che le proprie misure «sono in linea con le raccomandazioni e le prescrizioni di sicurezza stabilite dal governo Italiano e dall’Agenzia europea per la sicurezza (EASA) e dal Centro europeo per il controllo delle malattie (ECDC)».

Intanto, il presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, Massimiliano Dona, parla di «violazione gravissima: è intollerabile che sia messa in pericolo la salute dei passeggeri, non rispettando i protocolli anti-Covid. Bene, quindi, se la diffida dell’Enac non produrrà effetti immediati, che sia subito sospesa l’attività di trasporto, con riprotezione dei passeggeri su voli di altre compagnie».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube