Cronaca | News

Torna l’incubo della catastrofe nucleare

6 Agosto 2020 | Autore:
Torna l’incubo della catastrofe nucleare

Cresce il numero degli Stati che stanno sperimentando o hanno già a disposizione la bomba; e in alcuni la tentazione di usarla è forte.

L’esplosione di Beirut è un petardo in confronto ad una catastrofe nucleare che potrebbe provocare la fine del mondo: adesso, torna l’incubo di un conflitto capace di distruggere l’intero pianeta Terra.

Secondo quanto scrive oggi Repubblica, «lo spettro atomico è tornato a farsi concreto».  Sono parecchi i fattori di tensione internazionale che potrebbero provocarlo e soprattutto, oltre agli Stati Uniti ed alla Russia, ci sono «altri Paesi che hanno messo le mani sulla “bomba” e potrebbero usarla per regolare i loro conti».

Il quotidiano ha realizzato una mappa delle armi atomiche nel mondo che, se usate, potrebbero scatenare l’apocalisse. Leggerla è davvero impressionante, soprattutto per l’entità e la diffusione delle testate disponibili, con centinaia di missili attrezzati per il lancio e, a quanto sembra, pronti all’uso.

Spiccano nella classifica degli arsenali più cospicui l’India e il Pakistan, «che vivono una corsa agli armamenti nucleari pericolosissima per il destino dell’umanità, senza che nessuno faccia qualcosa per fermarli».

Ma c’è anche «la Nord Corea, che sperimenta ordigni nel ventre delle montagne». E ancora, «Cina e Israele, che perfezionano i loro arsenali nella segretezza assoluta».

Di queste nuove armi nucleari, insomma, si sa pochissimo oltre al fatto che ci sono e che c’è qualcuno seriamente intenzionato ad usarle all’occorrenza. Tutto questo avviene proprio mentre crescono le ambizioni locali di alcuni di questi Governi nazionali, che potrebbero essere tentati di “premere il bottone” di lancio. «E a questo punto non è da escludere il calcolo spregiudicato di un autocrate pronto a usare il fungo nucleare come uno spot».

Gli scienziati hanno già lanciato l’allarme: le lancette de “l’Orologio dell’apocalisse”, che misurano il tempo che intercorre dal momento dell’esplosione a quello della distruzione totale, indicano che mancano solo cento secondi alla catastrofe nucleare che provocherebbe la fine del mondo.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube