Diritto e Fisco | Articoli

Targa irregolare: scattano le sanzioni

12 Novembre 2013
Targa irregolare: scattano le sanzioni

Circolare con un veicolo privo di targa o con targa irregolare fa scattare le sanzioni.

 

Quando ci si mette alla guida del proprio veicolo non bisogna dimenticarsi di dare sempre un’occhiata anche alle condizioni della targa. Circolare senza targa o con un mezzo munito di targa irregolare perché rovinata, danneggiata o semplicemente sporca, non consentirebbe infatti agli agenti di polizia e agli altri automobilisti di poter identificare il veicolo. Ciò renderebbe impossibile contestare una sanzione per violazione del codice della strada o individuare il proprietario e il conducente di un mezzo coinvolto in un incidente stradale. Tale comportamento illecito potrebbe comunque costare caro viste le sanzioni applicabili all’automobilista che per semplice negligenza o volutamente ha tentato di impedire l’identificazione del proprio mezzo attraverso la contraffazione della targa del veicolo [1].

 

Mezzo privo di targa

Per poter circolare regolarmente gli autoveicoli devono essere innanzitutto dotati nella parte anteriore e posteriore del mezzo di una targa contenente i dati di immatricolazione. La stessa situazione è prevista per quanto riguarda i motoveicoli e i rimorchi che devono anch’essi essere muniti di una targa contenente i dati di immatricolazione, ma in questo caso, a differenza di quanto avviene per le autovetture, il contrassegno deve essere situato solo nella parte posteriore del mezzo. I carrelli appendice, cioè i rimorchi leggeri agganciati in genere a una autovettura, devono invece avere nella parte posteriore una targa contenente i dati di immatricolazione della motrice. La guida di un veicolo privo di targa determina l’applicazione di una sanzione amministrativa per un  importo compreso tra un minimo di € 84 e un massimo di € 335.

Mezzo con targa non propria o contraffatta

Le targhe delle autovetture, dei motoveicoli e dei rimorchi sono inoltre personali e non possono essere abbinate contemporaneamente a più di un veicolo. È infatti prevista l’applicazione di una sanzione amministrativa pari a un importo compreso tra un minimo di € 1.988 e un massimo di € 7.953 nel caso in cui una autovettura, un motoveicolo o un rimorchio venga fatto circolare con una targa non propria o contraffatta, cioè alterata o modificata.

Mezzo con targa equivoca

Le targhe devono essere inoltre rifrangenti e devono avere le caratteristiche necessarie per poter consentire di una agevole identificazione del veicolo. Per tale ragione è fatto divieto applicare sulle targhe iscrizioni, distintivi o sigle che possano creare dubbi nella identificazione del mezzo. Nel caso in cui la targa non sia rifrangente o non consenta di poter identificare il veicolo può essere applicata, anche in detto contesto, una sanzione amministrativa per un importo calcolato nella misura di un minimo di € 25 a un massimo di € 99.

 

Sanzioni accessorie

Nel caso in cui un veicolo venga fatto circolare con targa non propria, contraffatta oppure non rifrangente o comunque inidonea a identificare il mezzo perché illeggibile scatta altresì l’applicazione della sanzione amministrativa accessoria del ritiro del contrassegno. Circolare senza targa o con targa non propria o contraffatta comporta anche l’applicazione della sanzione amministrativa accessoria del fermo del veicolo per una durata di tre mesi.


note

[1] Art. 100 del D.lgs. n. 285/1992


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

4 Commenti

  1. Ecco come molti autisti, spesso motociclisti, utilizzano il mezzo con targa equivoca per evitare le multe in particolare autovelox. Basta sporcare la targa di terra argillosa di modo che solidifichi e si attacchi bene, tanto quanto basta perchè la targa sia illeggibile e quindi non possa essere sanzionato. meglio 99 euro che una sanzione molto più pesante e la perdita di punti sulla patente.
    Questa la ritengo una sanzione da rettificare, la targa deve essere PULITA!
    Stessa cosa vale per le targhe a cui viene cambiato l’orientamento tanto da trovarsi parallele a terra invece che perpendicolari.
    Se le autorità si impegnassero, sarebbe più semplice, moltissime moto usano questo espediente palese ma sembra non interessare chi dovrebbe controllare…
    Ve lo dico da motociclista, la mia targa è linda ed è perfettamente perpendicolare a terra, non ho nulla da nascondere…

  2. I vigili di San Giovanni Rotondo circolano con un suv senza targa anteriore da un po’ di tempo e continuano tuttora a farlo sfacciatamente

  3. ho smarrito la targa anteriore del mio veicolo e dopo aver fatto denuncia di smarrimento, la prassi vuole che trascorsi 15gg dallo smarrimento senza che la stessa sia stata ritrovata, si dovrà procedere alla reimmatricolazione del veicolo.
    detta procedura comporta la modifica di tutti i documenti dell’auto oltre che un esborso di euro 200,00.
    procedura che a mio avviso è esagerata visto le tasse pagate per l’uso del veicolo….. su internet ho trovato una azienda che me la puo’ rifare identica per 56 euro…….. cosa fare?

  4. Mi sono recato alla motorizzazione civile del mio capoluogo, richiedendo informazioni circa la possibilità di richiedere un duplicato della targa perchè risulta parzialmente deteriorata, da notare che tutte le auto che iniziano con DG, hanno lo stesso problemadella mia. Ciò premesso, in considerazione del fatto che esiste una circolare prot. MOT6/ 1098/60G1 del 20/02/2002 del ministero dei trasporti che stabilisce la ristampa gratuita della targa, dalla motorizzazione mi informano che si le sostituiscono, ma solo se non più vecchie di 5 anni facendo riferimento a non so quale articolo del codice della strada a detta loro. Sapete se questa informazione è corretta?

Rispondi a massimiliano Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube