Diritto e Fisco | Articoli

Chi paga se i serbatoi di un distributore di benzina hanno perdite?

8 Agosto 2020
Chi paga se i serbatoi di un distributore di benzina hanno perdite?

Un parente gestiva diversi anni fa un distributore di benzina i cui serbatoi avevano perdite ingenti. Può chiedere risarcimento alla compagnia?

Per avere concrete speranze di vittoria in un’eventuale causa di risarcimento danni contro la compagnia petrolifera occorre:

  • che nel contratto che legava il suo parente alla compagnia non fosse stata posta a suo carico la manutenzione ordinaria e straordinaria dei serbatoi e che fosse, invece, a carico della compagnia;
  • che il suo parente abbia a disposizione tutte le prove dei fatti descritti nel quesito e cioè che sia in grado di dimostrare al giudice dove si verificò il danno, quando si verificarono le perdite di benzina, quali furono le cause di queste perdite (le prove possono essere sia documenti dell’epoca scambiati con la compagnia, sia testimoni che siano in grado di ricordare con precisione fatti, luoghi e date);
  • che non siano passati più di dieci anni dall’ultima richiesta di risarcimento inviata dal suo parente alla compagnia: infatti nel suo caso si tratterebbe di un danno prodotto nell’ambito di un rapporto contrattuale e, perciò, la prescrizione applicabile è quella di dieci anni. Se il suo parente ha fatto passare più di dieci anni senza più richiedere il risarcimento che pretende di ottenere, il suo diritto ad ottenere il ristoro dei danni subiti si è prescritto e nemmeno il giudice potrebbe più condannare la compagnia a pagare qualsiasi importo.

In conclusione, ammesso che esistano tutte le altre condizioni che ho indicato in precedenza, se il suo parente negli ultimi dieci anni non ha più inviato alla compagnia una richiesta di risarcimento danni, oggi non ha più diritto ad ottenere nulla perché il suo diritto si è prescritto proprio perché sarebbero passati più di dieci anni senza l’invio alla compagnia di alcun atto di richiesta pagamento dei danni.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube