Tasse sospese nel lockdown: si pagheranno in 2 anni

7 Agosto 2020
Tasse sospese nel lockdown: si pagheranno in 2 anni

Nel Dl Agosto sono previste 24 rate per saldare i versamenti fiscali di marzo, aprile e maggio. Primo pagamento mensile entro il 16 settembre.

Tra le ultime novità del Decreto Agosto, atteso oggi al varo in Consiglio dei Ministri, spunta la maxi rateazione per le imposte sospese durante il lockdown: si potranno pagare in 24 rate mensili.

Lo apprende la nostra agenzia stampa Adnkronos che ha visionato la bozza del Decreto Legge in approvazione; nella versione precedente, avrebbero dovuto essere saldate entro la fine del 2020, in sole 4 rate, a partire dal 16 settembre. Ora, questo appuntamento rimane invariato, ma solo per versare la prima delle nuove, e molto più leggere, rate mensili, che arriveranno fino all’autunno 2022.

Nell’ultimo aggiornamento fornito dalla nostra agenzia stampa Adnkronos sulla bozza del decreto in discussione, apprendiamo però che i versamenti dei tributi sospesi dovranno essere pagati per il 50% o in un’unica soluzione entro il 16 settembre o in 4 rate mensili a partire dalla stessa data (quindi l’ultima rata sarà entro gennaio), mentre il resto potrà essere dilazionato nelle 24 rate.

Ad essere “spalmati” sono tutti i tributi i cui versamenti erano previsti nei mesi di marzo, aprile e maggio e che erano stati di volta in volta sospesi con i Decreti Cura Italia, Liquidità e Rilancio. In questo modo sarà evitato anche il rischio di “ingorgo fiscale” per l’intreccio dei vecchi pagamenti sospesi con quelli dovuti alle nuove scadenze.

Sembra confermata, stando all’ultima bozza (che potrebbe ancora subire modifiche prima dell’approvazione definitiva), anche la tregua fiscale, con lo slittamento della riscossione per altre 6 settimane, che sarebbe dovuta ripartire il 1° settembre: ora è previsto che le cartelle di pagamento non saranno notificate prima del 15 ottobre 2020.

Tra le altre novità emerse nella versione più recente del Dl Agosto, c’è la riedizione del Reddito di emergenza per le famiglie in difficoltà e prive di altre forme di sostegno, che potranno ricevere una terza tranche di 400 euro, da richiedere entro il 15 ottobre.

Intanto, la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, annuncia in un tweet che nel Dl Agosto ci sarà anche una norma per consentire il riesame delle richieste di Cassa integrazione rigettate dall’Inps perché presentate fuori termine; così le decadenze di fine agosto slitteranno al 30 settembre. Per tutti i contenuti già definiti del nuovo Decreto in arrivo, leggi l’articolo “il Decreto Agosto è pronto, ecco tutte le novità“.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube