Diritto e Fisco | Editoriale

Il materasso ortopedico è detraibile dalle tasse

14 Novembre 2013
Il materasso ortopedico è detraibile dalle tasse

Ho acquistato un materasso ortopedico e antidecubito per il quale ho regolare fattura e prescrizione medica; posso portarlo in detrazione sul mio 730?

Il materasso ortopedico può essere detratto dalle tasse. Si tratta infatti di un dispositivo medico che rileva fiscalmente. Lo indica, peraltro, anche una circolare dell’Agenzia delle Entrate [1].

Ai fini della fruibilità della detrazione, il contribuente deve conservare lo scontrino fiscale o la fattura, da cui risulti il nominativo del soggetto che ha sostenuto la spesa, nonché la descrizione del dispositivo medico; egli dovrà, inoltre, conservare la documentazione attestante che il prodotto acquistato ha la marcatura CE.

Vediamo meglio come ottenere la detrazione fiscale.

Il materasso ortopedico è un dispositivo medico di uso comune [2] e, per questo, la spesa sostenuta per il suo acquisto è detraibile (come risulta dalle faq, cioè dalle risposte alle domande più frequenti, del 2014 pubblicate sul sito delle Entrate, www.agenziaentrate.gov.it). A fronte di quanto precisato dall’agenzia delle Entrate [3], ai fini della detraibilità della spesa sostenuta per l’acquisto di un dispositivo medico, è sufficiente che:

a) dallo scontrino o dalla fattura richiesta risultino il soggetto che sostiene la spesa e la descrizione del dispositivo medico;

b) si possa provare che la spesa è stata sostenuta per dispositivi medici contrassegnati dalla marcatura Ce che ne attesti la conformità alle direttive europee 93/42/Cee, 90/385/Cee e 98/79/Ce;

c) si conservi la documentazione dalla quale risulta che il prodotto acquistato ha la marcatura Ce, visto che, per i dispositivi medici compresi nell’elenco (è il caso del materasso ortopedico), il contribuente non ha necessità di verificare se il dispositivo risulta nella categoria di prodotti che rientrano nella definizione di dispositivi medici detraibili.

Ciò premesso, si ritiene sufficiente la prescrizione del medico generico o, in alternativa e a richiesta degli uffici finanziari, la dichiarazione sostitutiva (resa dal contribuente) dell’atto di notorietà attestante la necessità all’acquisto dell’ausilio, la cui sottoscrizione può non essere autenticata se è accompagnata da copia fotostatica del documento di identità del sottoscrittore [4].


note

[1] Ag. Entrate, circolare n. 20/E/2011

[2] Si veda il Dlgs 46/1997.

[3] Al paragrafo 5.16 della circolare 20/E del 13 maggio 2011.

[4] Ag. Entrate,  risoluzione 11/E del 26 gennaio 2007.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube