Contanti: da dicembre rimborsi per chi paga con carte o app

10 Agosto 2020 | Autore:
Contanti: da dicembre rimborsi per chi paga con carte o app

Da dicembre, bonus per chi utilizza moneta elettronica o applicazioni dei cellulari per le proprie spese. Conte: benefici fino a 2mila euro.

Entrerà in vigore il 1° dicembre 2020 la norma che consentirà di avere un rimborso in denaro a chi utilizza la moneta elettronica (tramite carta o app) anziché i contanti per pagare l’acquisto di beni o servizi. Lo ha annunciato Giuseppe Conte, commentando il decreto Agosto approvato dal suo Governo e anticipando il provvedimento attuativo in materia che dovrà mettere a punto il ministero dell’Economia.

Il dl varato dall’Esecutivo riprende quanto disposto dalla legge di Bilancio 2020 sugli incentivi a chi effettua i pagamenti tracciabili abbandonando il cash. Conte parla di un bonus fino a 2.000 euro, anche se si dovrà attendere il decreto ministeriale per conoscere nel dettaglio «le forme di adesione volontaria e i criteri per l’attribuzione del rimborso, anche in relazione ai volumi e alla frequenza degli acquisti, gli strumenti di pagamento elettronici e le attività rilevanti ai fini dell’attribuzione del rimborso», come si legge nel testo. Resta, per ora, da stabilire quali tipi di pagamenti saranno agevolati, cioè quali saranno i settori commerciali interessati. Quel che per ora appare certo è che ci sarà la possibilità di beneficiare di una detrazione del 19% sulle spese effettuate con carta di credito, Bancomat, carte prepagate o app.

A questo proposito, alcuni operatori starebbero per lanciare nuovi sistemi di pagamento attraverso il cellulare, andando oltre le app già conosciute come Apple Pay o Samsung Pay: si pensa ad un meccanismo che abbini allo smartphone il codice Iban del proprio conto corrente per poter effettuare delle transazioni sia in uscita sia in entrata.

Questo incentivo si aggiunge ad altre misure volte ad eliminare il più possibile l’uso dei contanti, come ad esempio il credito d’imposta del 30% delle commissioni sull’uso della moneta elettronica per gli esercenti ed i professionisti con ricavi fino a 400mila euro, la riduzione (dal 1° luglio scorso) del limite all’uso di cash a 1.999,99 euro o la lotteria degli scontrini, che sarà operativa dal 1° gennaio 2021.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

4 Commenti

  1. Io sto già pagando da un bel po’ con la carta di credito anche per evitare lo scambio dei soldi e il rischio di trasmissione del virus. Il fatto è che non tutti i negozianti hanno il pos che funziona con il contactless. L’altro giorno stavo per pagare, loro mi hanno detto che non avevavno il contactless ed io non ricordavo la password e allora per fortuna sono riuscita a reperire poco dopo il pin. ma in quel momento volevo sprofondare perché ho avuto per un attimo una serie di numeri in testa e non riuscivo a ricordare il codice di sicurezza. Quindi, consiglierei a tutti di attrezzarsi meglio anche perché a volte alcuni pos non hanno la linea e il pagamento non riesce ad andare a buon fine. Quindi, se non ho contanti in quel momento che devo fare? Speriamo si attrezzino tutti

  2. Ottimo modo per tracciare i pagamenti e spingere la gente ad evitare l’uso del cash. Che poi ormai si fa tutto telematicamente, quindi non capisco perché chi non ha problemi di tracciabilità non si adegui a questi cambiamenti

  3. Tanto quelli che sono furbi e hanno l’abitudine di fregare, continueranno a farlo lo stesso. Se ne inventano una ogni attimo. Imparano a trovare sempre nuovi escamotage

  4. Si ok, questa può essere una buona idea. Ma ci sono gli anziani che continueranno a prelevare la pensione in contanti e continueranno a pagare in contanti. Come vai a spiegare alla nonnina che in una carta sono contenuti tutti i suoi soldi e magari si affida alla cassiera del supermercato per il pagamento e non sa se al momento, visto che capita spesso, la cassiera ha addebitato qualche pacco di pasta in più? Ecco, io penso che i più anziani difficilmente si adatteranno e non sempre i figli possono fare per loro le commissioni

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube