Cronaca | News

Coronavirus: quarantena e tampone per chi torna dalle ferie

12 Agosto 2020 | Autore:
Coronavirus: quarantena e tampone per chi torna dalle ferie

Ordinanze a raffica dei governatori: da oggi, controlli più rigidi per chi rientra da Grecia, Spagna, Malta e Croazia. A breve, i test rapidi negli aeroporti.

Le Regioni prendono la situazione in mano, di fronte all’aumento di contagi da coronavirus tra i cittadini che rientrano dalle ferie dall’estero, e introducono norme più severe per scongiurare una nuova impennata dell’epidemia. Dove non interviene il Governo, insomma, agiscono i governatori. In Puglia, ad esempio, è stato introdotto l’obbligo di quarantena per chi rientra da Grecia, Spagna e Malta, tre dei Paesi in cui sta riprendendo l’emergenza sanitaria. «Abbiamo registrato negli ultimi due giorni – scrive su Facebook il presidente della Regione, Michele Emiliano – numerosi casi di pugliesi risultati positivi al Covid19 dopo essere rientrati da questi Paesi. Si tratta di giovani residenti in Puglia di rientro dalle vacanze estive». Grecia, Malta, Spagna – ricorda ancora Emiliano – sono Paesi con alta circolazione virale in questo momento e per questo il governatore ha deciso di emanare un’ordinanza in vigore già da oggi con l’obbligo di quarantena per 14 giorni.

E sempre da oggi, in Emilia-Romagna, chi rientra dagli stessi Paesi sarà tenuto a comunicare il proprio rientro al Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Asl di competenza per sottoporsi obbligatoriamente al tampone. Lo prevede un’ordinanza appena firmata dal presidente Stefano Bonaccini. Il test dovrà essere fatto andrà fatto entro le 24 ore dal rientro. Nessuna quarantena se l’esito del tampone sarà negativo.

Controlli più severi anche in altre zone del Sud per chi torna dalle ferie dall’estero. Il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, ha emanato un’ordinanza in tal senso, mentre quello della Campania, Vincenzo De Luca, annuncia: «A tutti i cittadini residenti in regione che facciano rientro da vacanze all’estero con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale è fatto obbligo di segnalarsi alla competente Asl per essere sottoposti a test sierologici e/o tamponi».

Nel frattempo, in tutto il territorio nazionale, verranno effettuati dei test rapidi negli aeroporti ai cittadini che rientrano dalle vacanze all’estero. Si tratta di un controllo molecolare sulla saliva che fornisce il risultato in una quindicina di minuti. L’ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, dovrebbe arrivare tra qualche giorno. Nel mirino, sicuramente, chi arriva da Grecia e Spagna e, molto probabilmente, anche da Malta e Croazia. Se il test risulta positivo, scatta la quarantena obbligatoria ed il tracciamento dei contatti. Non si esclude che i controlli vengano effettuati anche nelle stazioni e nei porti in cui è possibile arrivare direttamente dall’estero a bordo di un treno, di una nave o di un traghetto.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube