Bonus decreto Agosto: novità dopo il via libera definitivo

14 Agosto 2020 | Autore:
Bonus decreto Agosto: novità dopo il via libera definitivo

Dopo il sì della Ragioneria dello Stato, oggi la firma di Mattarella. Estesa l’agevolazione sugli affitti, più misure in difesa del lavoro.

La Ragioneria generale dello Stato ha dato il suo parere positivo al decreto Agosto, approvato una settimana fa dal Consiglio dei ministri, che prevede bonus e incentivi per i vari settori produttivi colpiti dalla crisi del coronavirus, per la sanità e per sostenere il mercato del lavoro. Il provvedimento verrà firmato oggi dal presidente della Repubblica per la successiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Il decreto, che aveva ottenuto il via libera dal Governo «salvo intese tecniche», riporta ora qualche novità rispetto al testo originale, dopo l’intervento della Ragioneria. Tra queste, l’estensione del bonus affitti al mese di giugno per tutti gli immobili ad uso non abitativo e affitto di azienda. Viene, invece, esteso al mese di luglio il credito d’imposta del 60% sul canone di locazione per le attività del turismo, da poter cedere anche al locatore in sconto affitti. Per le strutture termali, cade così il vincolo del volume di ricavi e compensi nel periodo di imposta precedente al fine dell’accesso al bonus.

Per quanto riguarda il mondo del lavoro, restano confermate delle nuove 18 settimane di cassa integrazione d’emergenza, fruibili tra il 13 luglio e il 31 dicembre, con le prime 9 settimane concesse a titolo gratuito e le seconde nove vincolate ad un contributo addizionale per le imprese con una perdita di fatturato inferiore al 20% nel il primo semestre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.

Chi non ricorre alla cassa integrazione Covid-19 perché già fruita e fa rientrare i dipendenti al lavoro avrà fino a quattro mesi di decontribuzione. Diventano sei mesi per i datori di lavoro che, entro fine anno, assumono a tempo indeterminato o confermano dei contratti a termine. Il divieto di licenziamento rimane fino al 31 dicembre per le imprese che usano la cassa Covid-19 o beneficiano degli sgravi. Insomma: se prendi gli aiuti dello Stato, non puoi lasciare la gente a casa.

Scende il costo del lavoro al Sud, grazie ad un taglio dei contributi previdenziali del 30% tra ottobre e dicembre, in attesa di eventuali proroghe con aliquote decrescenti fino al 2029. L’agevolazione, però, non è valida per i lavoratori domestici e per quelli agricoli.

Vengono rifinanziati alcuni interventi del ministero dello Sviluppo economico, in particolare i 500 milioni dei contratti di sviluppo, i 200 milioni per il Fondo salva imprese, i 64 milioni per la Nuova Sabatini, i 10 milioni al Fondo coop, i 950 milioni per il 2021 per i grandi progetti tecnologici di interesse europeo e i 50 milioni per i voucher alle consulenze di manager dell’innovazione.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube