Diritto e Fisco | Articoli

Buca stradale coperta di pioggia: risarcimento assicurato

15 Novembre 2013
Buca stradale coperta di pioggia: risarcimento assicurato

Il Comune risarcisce motociclista o automobilista caduti per la buca profonda sulla strada resa invisibile dalla pioggia che la copriva interamente: il cattivo stato di manutenzione è causa della responsabilità dell’ente e legittima la richiesta di risarcimento del danno.

Nel caso di buche sul manto stradale rese invisibili perché coperte dalla pioggia, il Comune ha una responsabilità quasi automatica per i danni prodotti ad automobilisti o motociclisti. È quanto emerge da una sentenza di ieri della Cassazione [1].

Generalmente il conducente ottiene il risarcimento solo se prova “l’insidia e il trabocchetto” insito nella fossa: ossia, il fatto che il pericolo non fosse facilmente visibile e soggettivamente non prevedibile. Tuttavia, quando si tratta di buche coperte d’acqua piovana, proprio la presenza dell’acqua stessa, a nascondere la profondità sull’asfalto, rende la prova per il danneggiato molto più facile.

Dall’altro lato, il Comune – che di norma si può difendere ed esonerare da colpe solo dimostrando il “caso fortuito” – in queste ipotesi non ha scusanti, visto che è palese lo stato di cattiva manutenzione della strada, proprio per la presenza del grosso cratere in mezzo alla strada.

Insomma, la pubblica amministrazione è sempre tenuta a risarcire i danni alla circolazione per le buche profonde ed estese oggettivamente invisibili a causa dell’abbondante pioggia, e dunque imprevedibili per il danneggiato anche più prudente.

Ricordiamo che, proprio di recente, la Cassazione si era pronunciata su questo tema stabilendo una generale responsabilità per le amministrazioni anche in caso di reti stradali particolarmente complesse ed estese (leggi l’articolo: “Il Comune risarcisce per le buche in strada”). Sempre sulle pagine di questo portale vi avevamo dato i consigli per come difendervi e chiedere il risarcimento del danno (leggi l’articolo “Buche sulla strada, rimedi in caso di danni all’auto e alle persone”).


note

[1] Cass. sent. n. 25633 del 14.11.2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube