Diritto e Fisco | Articoli

Invasione di carreggiata: la responsabilità dell’incidente di chi è?

15 Novembre 2013
Invasione di carreggiata: la responsabilità dell’incidente di chi è?

Se non è possibile accertare la dinamica dell’incidente si presume il concorso di colpa nonostante il comportamento incauto di uno dei due conducenti.

Nel caso di scontro tra due veicoli dovuto all’invasione della carreggiata da parte di uno dei due, con eventuale e successivo sbandamento, non è sempre facile ricostruire, a incidente ormai compiuto, chi dei due veicoli abbia superato la linea di mezzeria. In questi casi, la prova della responsabilità del sinistro potrebbe essere assai difficile e scatterebbe una presunzione di responsabilità al 50%.

Vediamo meglio di che si tratta.

In generale, in caso di incidente stradale, qualora non sia possibile accertare, in concreto, chi dei due conducenti abbia ragione e chi abbia colpa – e quindi se nessuno dei due riesce a fornire prove sufficienti a proprio favore – la legge presume che la responsabilità sia divisa a metà tra i due (cosiddetto “concorso di colpa”).

Quindi, verificatosi il sinistro stradale, il proprietario del veicolo danneggiato e quello del veicolo danneggiante sono responsabili al 50% del sinistro [1].

Per ribaltare questa presunzione, il veicolo danneggiato deve provare:

1) che la responsabilità del sinistro è solo dell’altro conducente,

2) di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno, cioè deve provare di aver avuto una condotta di guida prudente.

Se manca la prova anche di uno solo dei predetti presupposti, resta ferma la regola della responsabilità al 50%.

Pertanto, in caso di invasione della carreggiata, se non sia possibile accertare il punto preciso sulla carreggiata in cui è avvenuto lo scontro tra i due veicoli, e dunque ricostruire la dinamica del sinistro e il comportamento assunto dall’altro conducente, non è possibile attribuire solo a uno dei due conducenti – per quanto incauto – la responsabilità dell’incidente stradale.

Bisogna sempre accertare, pertanto, in concreto la misura del concorso di colpa di ciascun conducente nell’aver determinato il danno. Lo ha detto, proprio ieri, la Corte di cassazione [2].


note

[1] Questo per la presunzione di colpa ex lege in base al disposto dell’art. 2054 cod. civ.

[1] Cass. sent. n. 25620 del 14.11.2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube