Business | Articoli

9 curiosità sulle monete virtuali: quando economia digitale ed economia reale si fondono

16 Agosto 2020
9 curiosità sulle monete virtuali: quando economia digitale ed economia reale si fondono

Anche se si parla spesso di economia digitale, nella maggior parte dei casi questo mondo virtuale si unisce a quello reale e diventa un universo tangibile da cui scaturisce un’economia più che reale.

Quando si parla di acquistare bitcoin, comprare ethereum e tante altre tipologie di monete virtuali, si intende delle vere e proprie transazioni economico-finanziarie con tutti i rischi e i vantaggi che possono verificarsi in un investimento o transazione economica. Ecco 9 curiosità per comprendere meglio come nasce e si evolve questo cripto-mondo, tanto virtuale quanto reale allo stesso tempo.

Moneta virtuale, guadagno reale

Anche se sono delle monete virtuali, le criptovalute possono essere scambiate come denaro reale in dollari, euro o altro. Questo significa che se c’è un guadagno dalle operazioni, questo è reale; stesso discorso in caso di perdita.

Il creatore della prima moneta virtuale

Le criptovalute sono state introdotte nel mese di ottobre del 2008 per la prima volta. Dietro a questa operazione si nasconde un certo Satoshi Nakamoto, la cui identità è tutt’oggi sconosciuta. Si ipotizza che dietro questo nome si possa nascondere anche un gruppo di programmatori. La prima moneta virtuale ad entrare nell’economia è stata bitcoin nel 2009.

Una moneta virtuale consente di acquistare qualsiasi cosa

Le criptovalute consentono di acquistare beni e servizi di qualsiasi genere, a patto che il venditore accetti la moneta virtuale. Ad esempio, negli USA è possibile prenotare un albergo o pagare persino prestazioni mediche.

La moneta virtuale è una libera valuta

Le criptovalute non vengono gestite da un ente centrale. Quindi sono indipendenti da qualsiasi autorità centrale statale. Questo può essere sia un vantaggio che uno svantaggio, perché non c’è controllo sul valore o sulle svalutazioni e consente lo stesso di guadagnare o perdere investimenti.

La moneta virtuale è un fenomeno che deve essere studiato

Non è così semplice acquistare criptovalute o procedere con le transazioni; in ogni caso è necessario un po’ di studio per conoscere la materia, in modo da evitare perdite dannose o ingenti e riuscire a guadagnare. Sono diverse le università e i dipartimenti di Economia che offrono corsi e studiano il fenomeno in maniera approfondita. Anche online, è possibile seguire corsi, informarsi e approfondire le criptovalute in materia di economia e finanza.

La moneta virtuale e la Borsa

Nel 2017, a meno di 10 anni dalla sua creazione, la prima criptovaluta è entrata nella Borsa di Chicago, ottenendo anche degli ottimi risultati iniziali. Anche in Italia esiste un negozio dove è possibile acquistare criptovalute, è una start up di giovani imprenditori.

La moneta virtuale consente lo shopping online

Chi possiede una moneta virtuale, può tranquillamente concedersi una giornata di shopping online direttamente da casa, sempre a patto che il rivenditore accetti questo tipo di moneta. È possibile farlo dal 2019, quando l’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto le monete virtuali come valuta straniera. Attenzione però: bisogna sempre verificare quali sono le criptovalute accettate.

Il primo disco acquistabile in moneta virtuale

La prima artista a consentire di acquistare un disco in moneta virtuale è stata la cantante Bjork, il 25 novembre del 2017. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Blockpool, una start up di Londra.

Una serie TV sulla moneta virtuale

Non è un semplice progetto ma è già una realtà tangibile, disponibile in rete e sui canali che ne possiedono i diritti televisivi. In America è stata girata una serie Tv sulle monete virtuali, si chiama Start Up. È possibile trovarla in Italia su Amazon Prime, è molto divertente e ben fatta, ma preferiamo non spoilerare nulla.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube