Diritto e Fisco | Articoli

Caricare su internet video sexy dell’amante è diffamazione aggravata

18 Novembre 2013
Caricare su internet video sexy dell’amante è diffamazione aggravata

Diffamazione aggravata per chi mette in rete video porno amatoriali se non prova che il partner è un esibizionista o ha girato altri video con diversi uomini.

Caricare su internet un video hot girato con il proprio partner è certamente un reato di non poco peso, soprattutto per gli effetti che – attraverso la rete – si possono produrre in poco tempo e in largo spazio. Si tratta della diffamazione aggravata: lo stesso reato, per esempio, che commette chi offende qualcuno tramite uno scritto pubblicato sul proprio blog [1]. Lo ha messo nero su bianco la Cassazione, con una sentenza dello scorso venerdì [2].

La Corte, nella sentenza, suggerisce eventuali ipotesi in cui la condanna può essere scampata. Il colpevole, infatti, potrebbe salvarsi solo dimostrando, per esempio, che la protagonista del filmino amatoriale è un’esibizionista e, dunque, fa parte della categoria di persone che amano diffondere le immagini dei propri incontri erotici. Oppure dimostrando che durante la relazione sentimentale fra l’imputato che ha postato il video hard e la parte offesa, quest’ultima abbia intrattenuto rapporti intimi con altri uomini, girando filmini “casalinghi” con loro.

I problemi possono sorgere laddove il video sia stato caricato con un programma di filesharing. Ma a questo punto, bisognerebbe impiantare una “truffa” di questo tipo, come abbiamo scritto nell’articolo su Belen Rodriguez


note

[1] Vedi a riguardo Trib. Varese, Uff. Gip, sent. n. 116/13.

[2] Cass. sent. n. 45966 del 15.11.13.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube