Diritto e Fisco | Articoli

6 cose da sapere prima di andare a caccia

22 Ottobre 2020
6 cose da sapere prima di andare a caccia

Consigli per coloro che si apprestano all’attività venatoria.

Vorresti imparare a cacciare gli animali? Ti piace l’idea di imbracciare un fucile e sparare ad una preda? In questo articolo vediamo le 6 cose da sapere prima di andare a caccia. Per praticare l’attività venatoria, infatti, occorre dotarsi del porto d’armi e dell’attrezzatura opportuna per affrontare questa esperienza in modo consapevole e in totale sicurezza. Per questo è importante scegliere l’arma giusta, esercitarsi al poligono di tiro ed iscriversi ad un ATC. Ma procediamo con ordine e vediamo insieme quale iter deve seguire un aspirante cacciatore.

Iscriversi ad un’associazione venatoria

La prima cosa che devi fare prima di andare a caccia è iscriverti ad un’associazione venatoria del tuo paese. In questo modo, verrai a contatto con altri cacciatori, condividerai le loro esperienze e, soprattutto, riceverai consigli utili per iniziare.

In Italia, ci sono diverse associazioni venatorie riconosciute, quali ad esempio:

  • la Federazione Italiana della Caccia;
  • l’Arci Caccia;
  • l’Ente Produttori Selvaggina;
  • l’Associazione dei Migratoristi Italiani per la conservazione dell’ambiente naturale;
  • l’Associazione Nazionale Libera Caccia;
  • l’Unione Nazionale Enalcaccia Pesca e Tiro;
  • l’Associazione Italiana della Caccia.

Conseguire il porto d’armi

Non puoi andare a caccia se non hai il porto d’armi per uso venatorio. Per ottenere tale documento devi effettuare i seguenti step:

  • iscriverti ad una sezione del Tiro a Segno Nazionale (TSN);
  • conseguire il diploma di abilitazione al maneggio delle armi che viene rilasciato al termine di un corso e previo superamento di una prova pratica di tiro;
  • frequentare un corso per l’abilitazione all’esercizio venatorio per ottenere il relativo certificato.

Il rilascio del porto d’armi va richiesto presentando una domanda in carta bollata alla questura oppure al commissariato di Pubblica Sicurezza. All’istanza dovrai allegare la seguente documentazione:

  • il diploma di abilitazione al maneggio delle armi;
  • il certificato di abilitazione all’esercizio venatorio;
  • due certificati sanitari: uno del proprio medico di base e uno dell’Asl;
  • l’autocertificazione di residenza e dello stato di famiglia;
  • due fotografie recenti in formato fototessera di cui una autenticata;
  • un versamento da effettuarsi alla tesoreria di Stato locale per il costo del libretto pari a 1,27 euro;
  • il versamento di 173,16 euro alle concessioni governative dello Stato;
  • la ricevuta di pagamento della tassa regionale, il cui importo è fissato ogni anno dalle singole Regioni;
  • due marche da bollo da 16,00 euro.

Infine, è necessario stipulare una polizza assicurativa venatoria (presso le associazioni venatorie). Una volta scaduta, la licenza si rinnova presentando la medesima documentazione prevista per il rilascio.

La scelta dell’arma

La scelta dell’arma dipende da diversi fattori, tra cui l’animale che si intende cacciare, il tipo di ambiente, il peso del mezzo, ecc. Per iniziare è bene affidarsi ad armi poco complesse e facili da gestire, come ad esempio una carabina bolt action.

Iscriversi ad un ATC

Sei un aspirante cacciatore? Allora devi iscriverti ad almeno un ambito territoriale di caccia (ATC). In pratica, si tratta di aree delimitate nei territori provinciali che si occupano della gestione della fauna, dell’organizzazione dell’attività venatoria, della programmazione di interventi di gestione faunistica, ecc. Una volta iscritto ti verrà rilasciato dal Comune di residenza il tesserino venatorio, valido in tutto il territorio nazionale, necessario per controllare la quantità dei prelievi venatori.

Esercitarsi al poligono

Un aspetto fondamentale, soprattutto per i principianti, è quello di sparare qualche colpo al poligono e prendere confidenza con l’arma. È un errore uscire a caccia per la prima volta senza aver mai sparato. Tieni presente, infatti, che il cacciatore ha tante cose da gestire nel momento in cui si appresta a uccidere la preda: imbracciare l’arma, prendere la mira, sparare all’animale selvatico, caricare e scaricare il fucile, ecc.

Controllare il calendario venatorio

Il calendario venatorio ti indica dove e quando è possibile andare a caccia nelle varie Regioni. Quindi, devi programmare le tue uscite tenendo presente l’inizio e la fine della stagione venatoria, le modalità di caccia, i regolamenti e le specie di animali che si possono cacciare.

Conoscere i divieti

Prima di andare a caccia è bene conoscere i divieti previsti in materia per evitare di commettere delle infrazioni. Vediamone alcuni:

  • non si può cacciare ad una distanza inferiore a cento metri da case e fabbriche né si può sparare nella loro direzione da meno di centocinquanta metri;
  • se nei fondi sono presenti del bestiame o delle macchine agricole in funzione, la caccia è consentita a una distanza superiore ai cento metri;
  • è vietato cacciare negli stagni e laghi ghiacciati, giardini privati, parchi pubblici, centri abitati, aree sportive, parchi, riserve naturali, oasi, foreste demaniali, ecc.;
  • è vietato trasportare armi da caccia cariche e non riposte nella custodia nei centri abitati o nelle zone dove è vietata l’attività venatoria;
  • è vietato cacciare utilizzando reti, trappole, tagliole, esche avvelenate, balestre, gabbie, ecc.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube