Politica | Articoli

Scuola, Salvini fa infuriare i Cinque Stelle

20 Agosto 2020
Scuola, Salvini fa infuriare i Cinque Stelle

L’uscita del leader della Lega che suscita l’indignazione degli ex alleati al governo, tra critiche pesanti alle misure per il ritorno il classe e offese alla ministra dell’Istruzione.

Finisce tra le polemiche il tour elettorale di Matteo Salvini in Liguria e Toscana per le regionali. Non sono piaciute in particolare ai Cinque Stelle molte delle dichiarazioni su scuola e misure per il ritorno in classe rilasciate oggi dal leader della Lega, a Sarzana (La Spezia).

«Qualcuno ha voglia di prolungare lo stato di emergenza per mesi e mesi – ha detto Salvini -. L’emergenza ce la ricordiamo a marzo, ad aprile, adesso gli italiani hanno usato la testa e usano le mascherine. Questi tarati, ed è una battaglia che combatterò, vogliono trasformare le scuole in dei lager con i banchi con le rotelle, le mascherine e i plexiglass. Me la vedo qua la Azzolina sul viale di Sarzana, con il banco con le rotelle che viene avanti e indietro…».

Le reazioni degli ex alleati al governo non si sono fatte attendere. Francesco Silvestri, deputato e tesoriere del gruppo M5S alla Camera, ha accusato Salvini di «sciacallaggio sporco di sangue», in un momento delicato, in cui i contagi da Coronavirus stanno tornando ad aumentare in tutta Europa. «Non trova altro contributo che paragonare le camere a gas naziste con le sezioni dove andranno i nostri figli. Una vergogna vera per un paese come il nostro. Ma ancor più preoccupante è il silenzio che ruota intorno a questo squallore – ha scritto Silvestri -. Cara Meloni, ma non provi un po’ di vergogna per parole del tuo “capitano”? Ma vuoi reagire?».

L’indignazione è corale tra i parlamentari Cinque Stelle, che ricoprono il numero uno della Lega di critiche, condite con appelli ai partiti della coalizione di centrodestra, reduci dal patto anti-inciucio (leggi qui: Il centrodestra firma il patto anti-inciucio): gli si chiede di riportare il loro alleato a più miti consigli. «Ma Salvini ha idea di cosa sono stati i lager? Dell’offesa che provoca ai morti dell’olocausto? Ha idea di quale idiozia ha detto? I lager contenevano le camere a gas, non banchi con le rotelle. Bugie su bugie per provare a recuperare qualche consenso dopo che nell’ultimo anno il suo partito è in caduta libera», ha commentato il portavoce del MoVimento 5 Stelle alla Camera Davide Serritella, che ha chiuso scenograficamente: «I nostri sono fatti, quelli di Salvini poco più che rutti».

Per la senatrice grillina Alessandra Maiorino, Salvini è «un leader bollito che nella speranza di restare a galla le spara sempre più grosse», mentre secondo la collega Barbara Floridia, l’ex ministro dell’Interno «ha toccato il fondo, dimostrando non solo cattivo gusto ma una gravissima mancanza di responsabilità».

«Paragonare ai campi di concentramento nazisti la scuola sicura per i nostri figli, a cui la ministra Azzolina sta lavorando, è un’oscenità – continua Floridia – e una dimostrazione di ignoranza e insensibilità che offende il lavoro del governo insieme alla memoria dell’Olocausto. Ma quel che è peggio è il gravissimo messaggio che lancia agli scolari in procinto di tornare a scuola, quasi inducendoli a rifiutare e a non rispettare le importantissime misure di sicurezza che troveranno al rientro in classe». «Provocazioni dannose» anche per l’altra senatrice 5S Cinzia Leone.

La ministra dell’Istruzione, in quota Cinque stelle, è stata per tutta la giornata al centro degli strali di Salvini, anche durante il comizio tenuto nel pomeriggio a Marina di Cecina (Livorno). «Azzolina che rassicura i presidi è come Bonafede che negava le scarcerazioni. Ci ritroviamo un ministro incapace che scarica tutto su presidi e insegnanti. Con questo governo inadatto abbiamo i criminali a casa e avremo i dirigenti scolastici in tribunale».

Il leader della Lega non disegna neppure l’attacco personale. «Lucia Azzolina? Non abbiamo un ministro della Scuola ma una persona che ha dei problemi… vorrei comprargli un banco con le rotelle per farla girare sul lungomare a Cecina».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube