Pensioni: pagamento anticipato settembre 2020

20 Agosto 2020
Pensioni: pagamento anticipato settembre 2020

Il calendario con le date di presentazione allo sportello postale in base alla lettera iniziale del cognome; consegna a casa per gli over 75.

Anche per il mese di settembre 2020, il pagamento delle pensioni – oltre che degli assegni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili – sarà anticipato rispetto alle normali scadenze e sarà distribuito su più giorni.

Lo comunica l’Inps in una nota, diffusa dall’agenzia stampa Adnkronos. Il prolungamento dello stato di emergenza rende ancora necessario scaglionare gli afflussi in modo che tutti i titolari delle pensioni possano recarsi agli uffici postali in piena sicurezza, nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del virus Covid-19.

Il pagamento avverrà dal 26 agosto al 1° settembre, in base alla lettera iniziale del cognome dei titolari delle prestazioni. Ecco il calendario:

  • cognomi dalla A alla B mercoledì 26 agosto
  • cognomi dalla C alla D giovedì 27 agosto
  • cognomi dalla E alla K venerdì 28 agosto
  • cognomi dalla L alla O sabato 29 agosto
  • cognomi dalla P alla R lunedì 31 agosto
  • cognomi dalla S alla Z martedì 1° settembre.

Invece chi è titolare di un libretto di risparmio, di un conto BancoPosta, di una carta Postamat o di una Postepay Evolution riceverà l’accredito dell’importo della pensione di settembre senza bisogno di recarsi allo sportello.

I cittadini di età pari o superiore a 75 anni che riscuotono la pensione in contanti e non hanno delegato altri soggetti al ritiro, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro a casa, delegando al ritiro i Carabinieri. Il personale delle locali Stazioni dell’Arma provvederà al recapito a domicilio, indossando l’uniforme al momento della consegna.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube