Diritto e Fisco | Articoli

Testamento anziano: è valido?

21 Agosto 2020 | Autore:
Testamento anziano: è valido?

In quali casi il testamento fatto da una persona in tarda età può essere impugnato per incapacità d’intendere e di volere.

Molte persone vogliono disporre del proprio patrimonio per il futuro e, per questa ragione, fanno testamento. Si tratta di un’iniziativa legittima dettata dalle più svariate esigenze. Ad esempio, c’è la volontà di impedire eventuali litigi tra i figli per la divisione dei beni ereditari oppure si desidera favorire un erede rispetto ad un altro meno meritevole. In tutti i casi, per la redazione di un testamento è necessario rispettare le regole stabilite dalla legge, tra cui, la principale è, senza alcun dubbio, quella della capacità di testare. Infatti, il testamento scritto o dettato da chi non è capace d’intendere e di volere è annullabile. Pertanto, potresti domandarti se una persona anziana, nonostante tutti i problemi legati all’età, può fare testamento. Il testamento di un anziano è valido? Il presente quesito è d’interesse comune, visto che sono tanti i casi in cui gli eredi litigano sulla validità delle disposizioni espresse, per ipotesi, da un anziano genitore e che, per tali ragioni, sono, altresì, frequenti le azioni giudiziarie. Pertanto, in questo articolo, ti spiegherò quanti tipi di testamento esistono, se una persona anziana può fare testamento, in quali casi il testamento è annullabile per incapacità del testatore, quanto tempo ha l’erede per impugnare il testamento.

Quanti tipi di testamento esistono?

In sintesi, la legge contempla tre tipi di testamento ordinario. C’è quello olografo, redatto a penna dal testatore e sottoscritto dal medesimo, con il quale la persona affida le ultime volontà al tradizionale documento, rigorosamente, scritto a mano. Infatti, questo tipo di testamento non può essere redatto al computer e tanto meno stampato (se desideri approfondire l’argomento puoi consultare l’articolo “Come scrivere un testamento di proprio pugno“).

C’è inoltre il testamento pubblico dove, invece, la redazione della scheda testamentaria è affidata al notaio che, alla presenza di due testimoni, raccoglie le disposizioni dettate dalla persona interessata (anche a questo proposito, puoi leggere “testamento pubblico: le caratteristiche“). C’è, infine, quello segreto dove il testamento viene scritto e preparato dal testatore, ma poi consegnato al notaio che avrà cura di conservarlo e pubblicarlo al momento opportuno.

Una persona anziana può fare testamento?

Non c’è alcuna ragione, e tanto meno alcuna disposizione normativa, che impedisce alla persona anziana di fare testamento. Un genitore alle soglie dei novant’anni o una vecchia zia ha tutto il diritto di scrivere o dettare le proprie ultime volontà; queste non possono essere messe in discussione per l’età dei loro autori. Ricordati, quindi, che l’unica condizione affinché un testamento possa essere invalidato è quella dell’incapacità naturale del testatore.

In altre parole, una persona non dichiarata incapace dalla legge può fare testamento, anche se molto anziana. Tuttavia, se emerge che al momento in cui ha redatto o dettato il documento era incapace d’intendere o di volere, il testamento può essere impugnato da chiunque vi abbia interesse e, conseguenzialmente, annullato [1].

In quali casi il testamento è annullabile per incapacità del testatore?

Quando si arriva a una certa età, la lucidità mentale di una persona non è più quella di una volta ed è, altresì, normale che la memoria perda qualche colpo. Ciò, però, non toglie che l’anziano abbia la capacità di disporre, coerentemente e coscientemente, del proprio patrimonio.

Pertanto, in assenza di prova contraria, il testamento redatto da un anziano è valido, poiché si suppone redatto o dettato da un soggetto capace d’intendere e di volere. Chi volesse, pertanto, impugnare un testamento dovrebbe, necessariamente, ribaltare questa presunzione. Per farlo dovrebbe provare che, al momento del testamento, il testatore non aveva alcuna capacità.

In termini pratici, si tratta di una prova non facile. Secondo, infatti, la consolidata giurisprudenza della Cassazione [2], per annullare le ultime volontà di un anziano, come di chiunque, non è sufficiente dimostrare che questi fosse affetto da una banale anomalia o dal peggioramento delle facoltà psichiche ed intellettive. È, infatti, necessario provare che al momento dell’atto era totalmente privo della coscienza delle proprie azioni e della capacità di autodeterminarsi.

Secondo gli Ermellini, inoltre, l’onere di raggiungere questa prova è affidato al soggetto interessato ad impugnare il testamento. Ciò, evidentemente, rende molto difficile l’azione giudiziaria diretta ad annullare un testamento per l’incapacità naturale di intendere o di volere del testatore.

Quanto tempo ha l’erede per impugnare il testamento dell’incapace?

Sei ha la prova che le ultime volontà di tua madre sono state scritte quando ormai la stessa non aveva più la coscienza dei propri atti e se sei stato danneggiato dalla divisione patrimoniale contenuta nel documento, hai tempo fino a cinque anni per impugnare il testamento. Questo termine decorre dal momento in cui è stata data esecuzione alle disposizioni testamentarie [3]. Ricordati, infine, che prima di avviare la causa dovrai, obbligatoriamente, tentare la mediazione con gli altri soggetti interessati alla vicenda (ad esempio, i tuoi fratelli). Solo nel caso di esito negativo, potrai avviare il procedimento giudiziale diretto ad annullare il testamento impugnato.


note

[1] Art. 591 cod. civ.

[2] Cass. civ. sent. n. 27351/2014

[3] Art. 591 ult. co. cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube