Diritto e Fisco | Articoli

È vietato il sorpasso di un autobus fermo per salita e discesa passeggeri?

24 Agosto 2020 | Autore:
È vietato il sorpasso di un autobus fermo per salita e discesa passeggeri?

Mezzo pubblico fermo in strada per la discesa e la salita di passeggeri: è consentita la manovra di sorpasso? Quando il sorpasso è vietato?

Il codice della strada è una selva di norme che non sempre tutti i conducenti e, in generale, gli utenti della strada, conoscono. Alcune regole sono molto particolari e si applicano in pochi casi, mentre altre sono comuni e praticamente tutti ne hanno contezza. Almeno le norme fondamentali per una guida in sicurezza dovrebbero essere note a tutti. Esistono però alcune circostanze in cui anche l’automobilista più esperto può avere qualche esitazione. Ad esempio: è vietato il sorpasso di un autobus fermo per la salita e la discesa dei passeggeri?

Mettiamo il caso che davanti a te ci sia un mezzo di trasporto pubblico che, giunto alla fermata, faccia scendere i passeggeri e, al contempo, ne faccia salire di nuovi. In questo frangente, cosa puoi fare? Devi necessariamente attendere la ripartenza del mezzo pubblico oppure puoi superarlo, ovviamente con le dovute attenzioni? Se c’è lo spazio, è possibile sorpassarlo a destra, ovviamente in sicurezza? Vediamo cosa dice il codice della strada a proposito del sorpasso di un autobus ferma per la salita e la discesa dei passeggeri.

Regole generali per il sorpasso

Il sorpasso è quella manovra che consente di superare il veicolo che precede, cioè che sta davanti. Come vedremo nel corso di questo articolo, il sorpasso deve rispettare determinate norme e, soprattutto, non è possibile effettuarlo in determinate circostanze.

In ogni caso, di norma occorre osservare alcune regole precauzionali per operare un sorpasso. Innanzitutto, non devono esserci condizioni di scarsa visibilità: si può sorpassare il veicolo che precede solamente se si è in grado di vedere che giunge dalla corsia opposta.

La scarsa visibilità può derivare tanto dalla conformazione stradale (dosso, curva, ecc.) quanto dalle cattive condizioni atmosferiche (pioggia, nebbia, ecc.).

In secondo luogo, occorre che il manto stradale sia in buone condizioni: nel caso di strada dissestata o bagnata, ad esempio, è sempre meglio astenersi dal compiere la manovra.

Infine, nel caso in cui visibilità e manto stradale siano buoni e non vi sia segnaletica (orizzontale, come le strisce bianche continue sull’asfalto, o verticale) che lo proibisca, è possibile procedere al sorpasso attivando l’indicatore di direzione (la freccia, in pratica), spostandosi sulla corsia immediatamente libera a sinistra (avendo cura che da dietro non giunga nessuno), accelerando per accostarsi e poi superare il veicolo che precede, rientrando subito dopo nella corsia di destra.

Durante la manovra, occorre tenersi dal mezzo superato ad un’adeguata distanza laterale per poi riportarsi a destra appena possibile. Se la carreggiata o semicarreggiata sono suddivise in più corsie, il sorpasso deve essere effettuato sulla corsia immediatamente alla sinistra del veicolo che si intende superare [1].

Sorpasso: quando è vietato?

Il sorpasso è vietato quando le condizioni del manto stradale o di visibilità non consentano di compiere la manovra in sicurezza. È altrettanto vietato quando v’è apposita segnaletica stradale. Ma non solo.

In linea di massima, il sorpasso è vietato in tutti i seguenti casi:

  • in prossimità delle curve e dei dossi su strade a due corsie a doppio senso di marcia;
  • sulle corsie di accelerazione o di decelerazione;
  • negli incroci non regolati da semaforo o vigile e in quelli regolati quando è necessario spostarsi sul lato riservato all’altro senso di marcia;
  • in presenza di veicoli in lento movimento a causa di congestione della circolazione quando. A tal fine è necessario spostarsi sul lato riservato all’altro senso di marcia;
  • in caso di veicoli fermi, o in lento movimento, ai passaggi a livello, se bisogna impegnare la semicarreggiata opposta (il lato riservato all’altro senso di marcia);
  • in presenza di un veicolo che ne stia superando un altro, se ciò impone di spostarsi sul lato riservato all’altro senso di marcia;
  • in caso di un veicolo che si sia arrestato o che abbia rallentato per dare precedenza ai pedoni, anche fuori dagli attraversamenti pedonali;
  • accodandosi ad un’ambulanza in servizio di emergenza.

Divieto sorpasso: quali sanzioni?

Chi non rispetta le regole di sorpasso rischia le seguenti sanzioni:

  • nei casi in cui il sorpasso sia espressamente vietato (tipo superamento a destra non consentito), la sanzione è quella del pagamento di una somma da 167 a 666 euro. Se è violato il divieto di sorpasso ai conducenti di veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 t, la sanzione è quella del pagamento di una somma da 328 a 1.311 euro. Alla sanzione economica si aggiunge quella amministrativa accessoria consistente nella sospensione della patente di guida da uno a tre mesi (da due a sei mesi nel caso di sorpasso vietato a veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 t;
  •  nei casi di sorpasso che violino le normali regole prudenziali (superamento in condizioni di scarsa visibilità, oppure quando non vi siano le condizioni di sicurezza per effettuarlo o sopraggiunga altro mezzo), è prevista la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 83 a 333 euro [1].

Autobus fermo: si può sorpassare?

Da quanto detto sinora si evince chiaramente che è possibile sorpassare un autobus fermo che è intento a far scendere e salire i passeggeri. D’altronde, se così non fosse, tutti gli altri conducenti sarebbero costretti a non poter mai superare il mezzo di trasporto pubblico il quale, proprio per l’attività che svolge, è costretto a numerose fermate.

Ciò che è importante è che, nel sorpassare l’autobus fermo per la salita e la discesa dei passeggeri si osservino tutte le regole di condotta sopra viste.

Per la precisione, la manovra va compiuta con particolare attenzione perché i passeggeri appena scesi dal mezzo pubblico potrebbero subito dopo attraversare la strada e non essere immediatamente visibili perché coperti dall’autobus stesso.

Dunque, è possibile sorpassare l’autobus fermo per la salita e la discesa dei passeggeri, ma sempre con estrema cautela.

Sorpasso autobus e presenza di pedoni

Quanto appena detto sul finire del precedente paragrafo ci offre l’occasione di approfondire ciò che dice il codice della strada in tema di pedoni sulla carreggiata in presenza di autobus.

La legge [2], oltre a vietare ai pedoni di sostare o indugiare sulla carreggiata salvo i casi di necessità, vieta di effettuare l’attraversamento stradale passando anteriormente ad autobus, filobus e tram in sosta alle fermate, a meno che ci siano le strisce pedonali e l’attraversamento sia regolato da semaforo.

Una manovra, questa, decisamente pericolosa perché i veicoli sopraggiungenti potrebbero non accorgersi della presenza dei pedoni in procinto di attraversare la strada, essendo questi coperti dal mezzo di trasporto pubblico.

A tal proposito, il codice della strada [3] ha cura di specificare che i conducenti devono regolare la velocità del veicolo in modo che, avuto riguardo alle caratteristiche e alle condizioni della strada e del traffico e ad ogni altra circostanza di qualsiasi natura, sia evitato ogni pericolo per la sicurezza delle persone e delle cose.

Autobus fermo: si può sorpassare a destra?

È praticamente noto a tutti che il sorpasso si effettua a sinistra; lo abbiamo detto anche quando abbiamo parlato, nel primo paragrafo, delle regole generali di sorpasso.

Eccezionalmente, la legge consente di poter compiere il sorpasso a destra in alcune circostanze. Per la precisione, È possibile sorpassare a destra quando:

  • il conducente del veicolo che si vuole sorpassare abbia segnalato che intende svoltare a sinistra ovvero, in una carreggiata a senso unico, che intende arrestarsi a sinistra, e abbia iniziato dette manovre;
  • il veicolo che precede è un tram, qualora non circoli in sede stradale riservata, quando la larghezza della carreggiata a destra del binario lo consenta. Va specificato che, se si tratta di carreggiata a senso unico di circolazione, il sorpasso si può effettuare su ambo i lati. Qualora il tram o il filobus siano fermi in mezzo alla carreggiata per la salita e la discesa dei viaggiatori e non esista un salvagente, il sorpasso a destra è invece vietato.

Dunque, è consentito il sorpasso a destra di un tram che marcia al centro della strada (in questo caso può avvenire anche a sinistra, purché non si invada il senso opposto di circolazione) oppure è fermo (per far salire e scendere i passeggeri) e c’è il salvagente.

Questa regola, però, non si applica agli autobus, i quali sono molto diversi dai tram: basti pensare che questi ultimi sono caratterizzati da una guida veicolata su rotaie, mentre la marcia degli autobus è sostanzialmente libera.

Inoltre, l’autobus si ferma sulla destra (sul bordo della strada, insomma), per raccogliere e far scendere i passeggeri: pertanto, non vi sarebbe la possibilità di effettuare un sorpasso a destra.

In ogni caso, poiché la legge consente il sorpasso a destra solo in presenza di tram o filobus e solo se c’è un salvagente, deve ritenersi vietato ogni tipo di sorpasso a destra di un autobus, anche se fermo.

È consentito invece il sorpasso a destra dell’autobus in marcia che ha segnalato di svoltare a sinistra o, in una carreggiata a senso unico, che intende arrestarsi a sinistra, e abbia iniziato dette manovre.

Superamento a destra dell’autobus

Diverso dal sorpasso a destra dell’autobus (che è sempre vietato) è il superamento del medesimo quando si circola su strada a senso unico di marcia con più corsie (l’autostrada, ad esempio).

Si ha un superamento a destra quando, procedendo sulla propria corsia, chi sta su quella di sinistra avanza più lentamente.

In questa ipotesi, non si tratta di un vero e proprio sorpasso, bensì di un superamento, in quanto il conducente procede sulla propria corsia, senza cambiarla, nel rispetto dei limiti di velocità.

Chi sta a sinistra e marcia più lentamente di chi sta a destra commette un’infrazione. Il codice della strada, infatti, dice espressamente che, salvo diversa segnalazione, quando una carreggiata è a due o più corsie per senso di marcia, si deve percorrere la corsia più libera a destra; la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso [4].

È dunque possibile superare a destra un autobus in marcia, purché ci si trovi in una strada a senso unico di marcia con più corsie e l’autobus stia occupando (indebitamente) un’altra corsia.


note

[1] Art. 148 cod. str.

[2] Art. 190 cod. str.

[3] Art. 141 cod. str.

[4] Art. 143 codice della strada.

Autore immagine: Depositphotos.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube