Cronaca | News

Migranti: situazione esplosiva in Sicilia

24 Agosto 2020 | Autore:
Migranti: situazione esplosiva in Sicilia

A poche ore dalla scadenza dell’ordinanza sullo sgombero dei centri di accoglienza, il governatore avverte: se mi fermano, vado dai giudici.

Nel tira e molla tra la Regione Sicilia ed il Governo sulla questione migranti, la corda rischia di rompersi definitivamente. Il governatore Nello Musumeci difende per l’ennesima volta la sua ordinanza di sgombero dei centri di accoglienza entro la mezzanotte di oggi, ordinanza che l’Esecutivo non accetta. E minaccia di ricorrere alle aule di giustizia pur di tirare dritto per la sua strada: «Se i soggetti che sono chiamati a dare attuazione all’ordinanza del presidente della Regione non dovessero farlo – avverte Musumeci – rimarrà solo una strada: quella di rivolgerci alla magistratura. Scriveremo alla Procura della Repubblica poiché ci troveremo davanti a una palese omissione in un contesto di epidemia».

Il governatore rivendica il proprio ruolo a tutela della salute dei siciliani: «Chiediamo alla gente di stare a un metro e con la mascherina – si sfoga con i giornalisti –, è mai possibile che in un salone stiano 700 migranti? Non mi importa se sono bianchi, neri o biondi, sono esseri umani sul territorio della mia regione e io sono soggetto attuatore per l’emergenza Covid. Ho il dovere di guardare fuori e dentro gli hotspot. A meno che non siano zona franca».

Di parere diametralmente opposto il ministero dell’Interno, secondo cui Musumeci non ha competenze sui migranti. Il Viminale potrebbe ricorrere al Tar per chiedere che venga sospesa l’ordinanza della Regione Sicilia oppure alla Corte costituzionale per conflitto di attribuzioni. Cosa che non disturba minimamente Musumeci: «Se il governo dovesse impugnare la nostra ordinanza, ma non lo ha ancora fatto – annuncia il presidente siciliano – noi faremo valere le nostre ragioni così come il Viminale le sue».

Quindi, la stilettata finale: «Il Viminale dice “le competenze sono nostre”: bene, esercitatele», esorta Musumeci. «Diteci se anche la competenza sanitaria è vostra, perché se è così allora siete fuorilegge dal momento che negli hotspot le norme di prevenzione anti-Covid non sono state mai rispettate».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube