Bonus in arrivo per gli aumenti di capitale

25 Agosto 2020 | Autore:
Bonus in arrivo per gli aumenti di capitale

Credito d’imposta per le società che effettuano l’operazione entro il 31 dicembre 2020. Ecco chi ne ha diritto, i requisiti e come usare l’agevolazione.

Le medie società di capitali ed i loro soci che decideranno di partecipare ad un aumento di capitale entro il 31 dicembre 2020 avranno diritto ad un credito d’imposta. Il beneficio è previsto dal decreto Rilancio, convertito in legge lo scorso mese di luglio, ed entrerà in vigore nel momento in cui il decreto attuativo del ministero dell’Economia dello scorso 10 agosto verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Per l’agevolazione, è previsto un tetto di stanziamento di due miliardi di euro.

A chi spetta

Il bonus è rivolto a qualsiasi società di capitali diversa da quelle che esercitano l’attività finanziaria o assicurativa e dalle società di partecipazione. Si parla, quindi, di:

  • società a responsabilità limitata (srl) anche semplificate;
  • società per azioni (spa);
  • società in accomandita per azioni (sapa);
  • società cooperative;
  • società e cooperative europee.

Tutte devono avere sede legale in Italia.

Sono ammesse al bonus le società a cui è stato omologato un concordato preventivo in continuità.

Restano escluse le imprese in difficoltà in base a quanto disposto dai regolamenti europei.

I requisiti

Per beneficiare del credito d’imposta sull’aumento di capitale, le società sopra elencate devono avere dei requisiti di virtuosità, ovvero:

  • regolarità contributiva e fiscale;
  • rispetto delle disposizioni in vigore in materia edilizia e urbanistica;
  • rispetto delle normative su lavoro, prevenzione degli infortuni, salvaguardia dell’ambiente, ecc..

Inoltre, devono avere avuto:

  • nel periodo d’imposta 2019, ricavi derivanti da gestione caratteristica compresi tra i 5 e i 50 milioni di euro;
  • nei mesi di marzo e aprile 2020, una riduzione complessiva dell’ammontare dei ricavi tipici di almeno il 33% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

L’aumento del capitale

Si ha diritto al credito d’imposta se si effettua l’aumento di capitale nel periodo compreso tra il 19 maggio ed il 31 dicembre 2020. Il bonus fa riferimento ai conferimenti in denaro iscritti alla voce del capitale sociale e della riserva di sovrapprezzo delle azioni o delle quote anche a seguito della trasformazione di obbligazioni convertibili in azioni o di quote di nuova emissione. In altre parole: l’aumento di capitale deve essere deliberato, sottoscritto e versato.

L’operazione deve avvenire in denaro, anche attraverso un finanziamento soci a cui gli stessi abbiano rinunciato.

Come ottenere e utilizzare il bonus

Le società beneficiarie e interessate al credito d’imposta devono presentare domanda all’Agenzia delle Entrate. Tempi e modalità verranno comunicati con apposito provvedimento.

Occorre allegare:

  • indicazioni delle perdite e del credito richiesto;
  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con cui il legale rappresentante attesti che la società non ha beneficiato di misure di aiuto per importi superiori a 800mila euro nell’ambito dell’emergenza Covid, o di minori importi in settori particolari (pesca acquacoltura, produzione di prodotti agricoli).

Il bonus è utilizzabile nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui avviene l’investimento e in quelle successive fino a quando non se ne concluderà l’utilizzo. Ciò sarà possibile a partire dal decimo giorno successivo a quello di presentazione della dichiarazione 2020, anche in compensazione dell’Iva, dell’Irap e dell’addizionale regionale all’imposta sul reddito, dei contributi previdenziali, dei premi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube