Diritto e Fisco | Articoli

Il diritto d’autore su Instagram

25 Ottobre 2020
Il diritto d’autore su Instagram

Le fotografie originali e creative pubblicate su un social network appartengono esclusivamente al suo autore.

Sei appassionato di fotografia e ti piace condividere i tuoi scatti sui social network. Ricevi molti apprezzamenti dagli utenti al punto che hai deciso di creare un profilo dedicato esclusivamente alle tue foto, nella speranza che qualcuno possa accorgersi del tuo talento artistico. In questo breve articolo parleremo, in particolare, del diritto d’autore su Instagram. Devi sapere, infatti, che le immagini creative e originali sono protette dal copyright e nessuno può appropriarsi dello scatto per fini personali o commerciali senza il consenso dell’autore. Peraltro, prima di iscriversi sulla piattaforma è bene leggere le condizioni d’uso, in quanto la pubblicazione di foto e video sui social network non comporta la cessione dei diritti d’autore. Ma procediamo con ordine e cerchiamo di sciogliere i dubbi sulla questione una volta per tutte.

Diritto d’autore e copyright: cosa sono?

Prima di affrontare il tema centrale di questo articolo, dobbiamo fare un po’ di chiarezza sul diritto d’autore e sul copyright. Si tratta di termini che spesso vengono utilizzati come sinonimi, ma che in realtà si riferiscono a due istituti differenti. Ti faccio un esempio pratico.

Tizio compone il testo e la melodia di una canzone che fa ascoltare agli amici, i quali lo spronano a farla sentire a qualche discografico.

Come puoi notare nell’esempio, la canzone di Tizio è un’opera creativa e originale protetta dal diritto d’autore. In altre parole, se qualcun altro volesse riprodurre la canzone di Tizio (ad esempio, suonarla in un locale durante un ricevimento) dovrà prima chiedere il suo consenso. Quindi, il diritto d’autore tutela la paternità di un’opera fin dal momento della sua creazione ed attribuisce al suo autore il diritto esclusivo di utilizzarla.

Il copyright (letteralmente “diritto di copia”), invece, riguarda prevalentemente i diritti patrimoniali derivanti dallo sfruttamento economico di un’opera d’ingegno e, spesso, è indicato con il simbolo ©.

Il diritto d’autore su Instagram

Fin qui abbiamo detto che tutte le opere d’ingegno (ad esempio, un film, una poesia, una canzone, un romanzo, ecc.) sono protette dal diritto d’autore purché siano creative e originali. Ciò vale anche quando si pubblica una propria fotografia su un social network, come ad esempio Instagram. Ci sono, però, alcuni aspetti da considerare. Vediamoli insieme partendo da due esempi.

Tizio sta camminando per strada quando ad un certo punto si accorge di un bellissimo arcobaleno in lontananza. Allora, prende il suo smartphone e immortala il momento con un bello scatto che condivide sul proprio profilo Instagram.

Caio è appassionato di fotografia. Un giorno, mentre si trova in spiaggia, scatta una foto ad una signora che sta mangiando il gelato, il cui viso è coperto da un cappello. La composizione e i colori particolari rendono l’immagine talmente bella che Caio decide di pubblicarla su Instagram.

Come puoi notare, nel primo esempio Tizio ha scattato una banale foto di un arcobaleno senza un minimo di originalità. In tal caso, qualsiasi utente è libero di prendere la fotografia di Tizio e condividerla a sua volta sul proprio social network oppure scaricarla e utilizzarla per un blog o un sito web senza dover chiedere il suo consenso. L’unico accorgimento, è che l’utente, nel momento in cui condivide la foto, deve indicare poi la fonte, cioè dove ha preso l’immagine (nel nostro caso, il profilo Instagram di Tizio) e il nome dell’autore.

Nel secondo esempio, invece, l’immagine scattata da Caio è un’opera fotografica. Pensa, ad esempio, se un utente con tantissimi seguaci prendesse la fotografia di Caio per pubblicarla, senza la sua autorizzazione, sul proprio profilo Instagram. Tale condotta, infatti, comporterebbe una violazione del diritto d’autore e come tale è sanzionabile dalla legge.

In conclusione, chi è iscritto su Instagram è titolare di tutti i contenuti che sceglie di pubblicare (sia foto che video), l’importante è che gli stessi non siano copiati o scaricati da altri siti. Inoltre, dato che non è sempre agevole stabilire quando un’immagine è un’opera fotografica e quando, invece, si tratta di una fotografia semplice, il consiglio è sempre quello di pubblicare sul social network i propri contenuti originali e di qualità.

Instagram: come non violare il diritto d’autore?

Chi si iscrive su un social network come Instagram dovrebbe prestare molta attenzione ai Terms of Service, cioè alle condizioni d’uso della piattaforma. Si tratta di un passaggio importante, in quanto consente di avere ben chiaro come funziona il diritto d’autore sulle fotografie o sui video che si andranno a pubblicare.

Ebbene, Instagram chiarisce che ogni utente è titolare dei propri contenuti, a condizione che, come già anticipato poc’anzi, siano originali e non presi da altri siti. In cambio di un simile servizio, Instagram si riserva una licenza d’uso gratuita e non esclusiva fino a quando quel contenuto sarà presente sulla piattaforma.

Instagram: cosa fare se viene violato il diritto d’autore?

Immagina di aver condiviso sul tuo profilo Instagram personale una bella fotografia originale. Dopo qualche giorno, però, ti accorgi che qualcun altro ha pubblicato la stessa immagine senza prima chiederti l’autorizzazione. In casi del genere, la prima cosa da fare è quella di contattare l’utente responsabile della violazione e invitarlo a rimuovere immediatamente il contenuto copiato.

Se non ricevi alcuna risposta, allora devi segnalare la violazione direttamente alla piattaforma Instagram compilando un apposito modulo. In ultima battuta, se il problema persiste, ti suggerisco di rivolgerti ad un legale, il quale inizialmente dovrà inviare una lettera di diffida al responsabile per chiedere la cessazione della condotta illecita e, in assenza di riscontro, intentare una causa per ottenere il risarcimento del danno.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube