Cronaca | News

Briatore: giallo sul ricovero e nuove chiusure

26 Agosto 2020 | Autore:
Briatore: giallo sul ricovero e nuove chiusure

Il patron del Billionaire potrebbe non trovarsi in un reparto Covid. Santanché: «Ha la prostatite». Due casi in un suo ristorante di Montecarlo.

Sta bene Flavio Briatore, ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano da lunedì. Lo assicura in tarda serata l’ex moglie Elisabetta Gregoraci in un messaggio su Instagram: «Ci siamo parlati, il vostro affetto mi commuove», scrive la modella. Lo sostiene anche l’amica Daniela Santanché la quale, addirittura, nega che il patron del Billionaire abbia il coronavirus: «Sono stata autorizzata da Flavio, ho parlato più volte con lui», commenta la senatrice. «Positivo al coronavirus? Chi lo dice? In questo preciso momento posso affermare che è stato ricoverato per infezione alla prostata recidiva, l’ha avuta 3 mesi e 6 mesi fa. Io ad oggi non nessuna evidenza sull’esito del tampone e sono una delle sue migliori amiche». Lo dicono anche i medici del San Raffaele: il bollettino dello staff diretto dal professor Alberto Zangrillo parla di «condizioni assolutamente stabili e buone».

Ma la vicenda, lontana da essere un semplice episodio di gossip, è diventata una questione di salute pubblica. Il ricovero di Flavio Briatore è diventato un giallo che nemmeno risolvono i dottori: «Domenica sera – si legge in un comunicato –, accusando leggera febbre e sintomi di spossatezza, si è recato al San Raffaele per un controllo. È stato ricoverato, è stato sottoposto a un check-up generale e resta sotto controllo medico». Non una parola sul Covid, quindi. E a complicare il mistero, il fatto che – secondo le indiscrezioni – Briatore si troverebbe nel reparto solventi dell’ospedale, cioè quello riservato a chi paga il ricovero di tasca sua, senza ricorrere al Servizio sanitario nazionale. In quel reparto, però, non c’è stata finora alcuna zona riservata ai malati di coronavirus.

No gossip ma salute pubblica, si diceva. Perché? Perché qualche lavoratore del San Raffaele vuole maggiore chiarezza: c’è una mina vagante in corsia? C’è o non c’è una persona infetta nel reparto solventi in grado di contagiare personale e altri pazienti? La domanda è stata posta alla Regione Lombardia attraverso un’interrogazione firmata dal consigliere regionale di Azione, Niccolò Carretta. Mentre qualche addetto ai lavori pretende delle risposte immediate.

Intanto, e dopo la chiusura del Billionaire dove una sessantina di membri dello staff è risultata positiva al coronavirus (una si troverebbe in terapia intensiva), restano chiuse da ieri le serrande di un altro locale che fa capo a Briatore, questa volta nel Principato di Monaco. Si tratta del ristorante Cipriani di Montecarlo, in cui un membro esterno e uno interno del personale sono risultati positivi al Covid. «Per un eccesso di cautela», si legge sul sito Internet del ristorante, «e per sicurezza nei confronti dei nostri ospiti e del team, abbiamo deciso di chiudere temporaneamente Cipriani».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

  1. Secondo me vogliono nascondere che Briatore ha preso il Covid solo per evitare che si alzi un polverone sulle sue dichiarazioni, sul fatto che i suoi dipendenti si siano ammalati e sui locali chiusi tra cui il famoso Billionaire

  2. Sul web sto leggendo dei commenti spietati e cattivi sul fato che sia stato ricoverato Briatore. Ma un po’ di umanità? C’è tanto odio, c’è tanta cattiveria in giro, tanta rabbia repressa ed i leoni da tastiera si sfogano sulla rete senza avere scrupoli anche quando si parla di salute.

  3. Ora, io non ho la più pallida idea del perché sia stato ricoverato e, sinceramente, con tutti i problemi familiari che ho non vado ad interessarmi alla salute di un riccone che si può avvalere di tutte le cure possibili e immaginabili, mentre i poveretti stanno a crepare da soli nelle loro case e spesso senza alcuna assistenza, perché riescono a campare a stento e non hanno chi si possa occupare di loro. Ma nonostante questo non augurerei mai il male ad un altro uomo. Gli auguro che possa guarire a prescindere dalla ragione per cui è stato ricoverato

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube