Bonus baby-sitter ai nonni: c’è tempo fino a lunedì

26 Agosto 2020 | Autore:
Bonus baby-sitter ai nonni: c’è tempo fino a lunedì

La domanda per ricevere l’importo per le prestazioni anche dai familiari non conviventi va fatta entro il 31 agosto. Chi ne ha diritto e come funziona.

Scade lunedì 31 agosto il termine per richiedere il bonus baby-sitter da poter girare ai nonni che si occupano dei bambini mentre i genitori sono al lavoro. La domanda deve essere inoltrata all’Inps non oltre quella data.

Il bonus ha un valore complessivo di 1.200 euro (2.000 per gli operatori della sanità, della difesa e del soccorso pubblico). Viene riconosciuto in alternativa al congedo parentale retribuito ai genitori con figli minori di 12 anni (senza limite di età se il bambino ha una disabilità con gravità accertata):

  • dipendenti privati;
  • iscritti in via esclusiva alla gestione separata;
  • autonomi iscritti all’Inps;
  • autonomi che versano alle casse professionali, previa autorizzazione di queste ultime.

Il bonus non viene riconosciuto a chi, all’interno del nucleo familiare, ha un’altra forma di sostegno al reddito per sospensione o cessazione del lavoro, come ad esempio la cassa integrazione, la Naspi o la Dis-Coll. Viene, però, erogato se la cassa integrazione è motivata da una riduzione dell’orario o se il genitore lavora da casa in smart working. Inoltre, se si vuole girare il bonus ai nonni, questi non devono essere conviventi con la famiglia del richiedente.

Possono essere remunerate le prestazioni di baby-sitting svolte dal 5 marzo al 14 settembre e rendicontate entro la fine dell’anno. Le somme verranno tassate prima dell’erogazione al prestatore, di conseguenza non andranno inserite nella dichiarazione dei redditi.

L’importo verrà caricato sul Libretto di famiglia del richiedente. Significa che il beneficiario del bonus dovrà aprire il Libretto sul sito dell’Inps ed effettuare l’appropriazione del bonus entro i 15 giorni solari successivi alla comunicazione di accoglimento della domanda. Dopodiché, sarà necessario dichiarare nome, cognome e codice fiscale dei prestatori occasionali, compresi anche i nonni, gli zii o altri parenti non conviventi. Questi ultimi dovranno, a loro volta, accreditarsi.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube