Cane sbranato da un altro cane: diritto al risarcimento

26 Agosto 2020 | Autore:
Cane sbranato da un altro cane: diritto al risarcimento

Per il tribunale di Novara, l’animale domestico non è una cosa ma un compagno di vita che fa parte della sfera affettiva delle persone.

Se il tuo cane viene sbranato da un altro cane, hai diritto al risarcimento del danno non patrimoniale. Questo perché, come ha appena stabilito il tribunale di Novara con una sentenza [1], l’animale domestico non è una «cosa» ma un «compagno di vita» dell’uomo.

Il giudice piemontese ricorda che il rapporto tra un cane ed il suo padrone deve essere tutelato dalla Costituzione nell’ambito delle attività che portano una persona alla propria realizzazione. E fa notare, inoltre, come l’Unione europea abbia disposto a suo tempo l’obbligo di considerare le esigenze degli animali in quanto esseri senzienti, cioè con dei sentimenti. Questi, dunque, alcuni dei motivi per cui si può chiedere un risarcimento se un cane viene aggredito da un suo simile.

La sentenza, peraltro, arriva nella Giornata internazionale del cane, istituita negli Stati Uniti nel 2004 su richiesta dell’esperta in animali domestici Colleen Paige. Un’occasione colta anche dal tribunale novarese per ribadire che l’amico a quattro zampe va considerato come un membro della famiglia e che, pertanto, la sua morte può provocare un lutto simile a quello causato dalla perdita di un essere umano. Il cane – insiste il giudice – forma parte del sistema sociale delle persone perché è coinvolto nella loro sfera affettiva e, in un certo senso, influenza il loro equilibrio e la loro stabilità emozionale.

Per quanto riguarda l’importo del risarcimento, viene stabilito in base all’aspettativa di vita del cane.


note

[1] Trib. Novara sent. n. 191/2020.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube