Contanti dai soci alla srl: è reddito occulto

26 Agosto 2020 | Autore:
Contanti dai soci alla srl: è reddito occulto

Per la Ctr del Lazio, i soldi versati ma non tracciabili possono essere sinonimo di ricavi non contabilizzati per coprire un saldo di cassa negativo.

I versamenti in contanti dei soci ad una srl che non consentono di verificare la provenienza dei soldi possono essere considerati dei redditi occulti. Soprattutto se l’Agenzia delle Entrate riesce a dimostrare che la società beneficiaria non aveva bisogno di liquidità. È quanto si legge in una sentenza della Commissione tributaria regionale del Lazio [1].

Il Fisco può effettuare un controllo mirato e scoprire, per esempio, che in una dichiarazione dei redditi mancano i finanziamenti erogati in contanti dai soci e non giustificati. In modo particolare – osserva la Commissione – quando la disponibilità finanziaria della società non dimostra la necessità di ulteriore liquidità per poter operare.

In più – aggiunge la Ctr –, facendo i versamenti non tracciabili in contanti, non si mette il Fisco nelle condizioni di poter verificare la provenienza del denaro. E può anche succedere, come nel caso esaminato dalla Commissione tributaria, che nemmeno la società sia in grado di chiarire da dove spuntano i contanti versati dai soci.

Tutto ciò porta l’Agenzia delle Entrate a ritenere che, in realtà, una società possa utilizzare dei soldi in contanti procurati dai soci per evitare un saldo di cassa negativo, cioè un saldo che indica in modo inevitabile delle entrate non registrate a fronte di vendite effettivamente eseguite. Detto in altre parole, trovarsi dei soldi di provenienza non giustificata può voler dire aver fatto delle vendite in nero, ovvero dei ricavi non contabilizzati, quelli che il Fisco chiama «redditi occulti».


note

[1] Ctr Lazio sent. n. 2065/2020.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube