Rientro a scuola: le ultime decisioni

31 Agosto 2020 | Autore:
Rientro a scuola: le ultime decisioni

Mascherine e distanziamento in classe: oggi, le regole definitive del Comitato tecnico scientifico. Resta il nodo dei lavoratori fragili.

Giornata decisiva, quella di oggi, per la definizione delle regole sul rientro a scuola. Il Comitato tecnico scientifico si riunisce nel pomeriggio per fissare le ultime misure di sicurezza obbligatorie in vista della riapertura delle aule, prevista già per domani per quanto riguarda i corsi di recupero ed i consigli di istituto. Verrà confermato l’orientamento degli ultimi giorni sull’uso delle mascherine e i distanziamenti.

Sulle mascherine, il Cts ne disporrà l’utilizzo a partire dai 6 anni e fino alla fine delle superiori ma consentirà che vengano abbassate solo quando gli alunni saranno seduti sul banco e ad una distanza dai compagni di almeno un metro. Gli studenti, quindi, dovranno entrare ed uscire da scuola con la mascherina indossata (anche di stoffa) e tenerla su anche per andare in bagno, in corridoio o per accedere alla mensa, ma potranno toglierla durante le lezioni. Gli insegnanti, invece, potranno utilizzare la mascherina trasparente in modo da permettere di mostrare la bocca ed i gesti del volto, sempre che il dispositivo abbia tutte le certificazioni previste dalla legge.

Tuttavia, i docenti potranno togliere la mascherina durante la spiegazione in classe. In questo caso, dovranno mantenere una distanza dagli alunni, cioè tra la cattedra ed il primo banco, di almeno due metri. Se deve avvicinarsi ad un alunno che ha bisogno di una particolare spiegazione o che si trova in difficoltà, dovrà rimettere la mascherina e lavarsi le mani dopo averlo aiutato.

Il Comitato ha escluso i tamponi a tappeto soprattutto per gli alunni che durante il pomeriggio fanno attività sportiva ed entrano a contatto tra di loro. I presidi suggeriscono che i genitori facciano avere un’autocertificazione in cui si attesti che i ragazzi non sono stati a contatto con persone contagiate o in quarantena.

Per quanto riguarda l’ora di educazione fisica, si dovrà privilegiare la possibilità di fare sport all’aperto. Qualora le lezioni dovessero tenersi al chiuso, bisognerà garantire un’adeguata areazione e un distanziamento interpersonale di almeno due metri. Vengono sconsigliati giochi di squadra e di gruppo, come il calcio o il basket. Restano valide per il rientro a scuola, comunque, le regole stabilite il 28 maggio dal Comitato tecnico scientifico sullo svolgimento delle attività motorie a scuola.

Resta il nodo dei lavoratori fragili. Per quanto la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, abbia escluso che rappresentino un problema numerico (e quindi operativo), in alcune regioni come in Veneto sono già arrivate centinaia di lettere di docenti e di personale ausiliario che chiedono l’esonero dalle lezioni per questioni di salute o di età avanzata. Il Ministero dovrebbe pubblicare a breve una circolare con le regole per poter presentare la domanda di esonero, ma l’ultima parola ce l’avranno i medici delle Asl o l’Inail. In alternativa all’esonero, i richiedenti potrebbero essere impiegati in altre attività che non prevedono il contatto con gli studenti.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube