Superbonus: le offerte delle banche per cessione del credito

31 Agosto 2020 | Autore:
Superbonus: le offerte delle banche per cessione del credito

Unicredit e Intesa Sanpaolo, le prime a definire le condizioni per l’acquisto del credito. In arrivo quelle di altri istituti e di Poste Italiane.

I grandi e piccoli gruppi bancari mettono sul tavolo le rispettive offerte ai clienti per la gestione della cessione del credito relativa al superbonus del 110%, una delle opzioni proposte dal decreto Rilancio insieme allo sconto in fattura come alternativa alla maxi-detrazione per effettuare gratis i lavori di ristrutturazione che garantiscono un miglioramento energetico degli immobili.

Tenuto conto di quanto disposto dal decreto e dall’Agenzia delle Entrate, gli istituti – a partire da quelli più grossi – hanno pubblicato sui propri siti Internet le condizioni a cui sono disposti ad acquisire il credito ceduto dai contribuenti o dalle imprese. Ecco che cosa offrono ad oggi.

Unicredit, come avevamo già anticipato, propone fino al 30 settembre:

  • 102 euro per ogni 110 euro di credito acquistati da persone fisiche e condomini;
  • 100 euro per ogni 110 euro di credito acquistato dalle imprese.

C’è da segnalare che Unicredit si propone non solo per il superbonus ma per altre agevolazioni fiscali che prevedono la cessione del credito, come il bonus del 50% sulle ristrutturazioni edilizie, l’ecobonus del 75% o il bonus facciate del 90%: in questi casi, l’offerta è di 78 euro per ogni 100 euro di credito acquistato.

Sarà necessario aprire un conto corrente dedicato, senza costi fissi fino a 30 operazioni, da tenere aperto fino alla fine della gestione dei flussi e del finanziamento erogato.

Intesa Sanpaolo non ha posto alcun termine ultimo e non distingue tra persone fisiche, condominio e imprese. La sua offerta è di 100 euro per ogni 110 euro di credito acquistato. La proposta, dunque, è la stessa di Unicredit per le aziende, ma valida per tutti e senza dover aderire entro la fine di settembre. Per gli altri bonus, il prezzo di acquisto è dell’80% del valore nominale.

Le altre banche devono ancora stabilire con precisione le rispettive offerte. Bnl si sbilancia, però, anticipando che il costo della cessione del credito per i privati dovrebbe arrivare ad un massimo del 10% dell’importo dei lavori. Anche Poste Italiane annuncia delle apposite soluzioni, ancora da perfezionare, per la gestione della cessione del credito.



1 Commento

  1. Potete citare le fonti?perché per quanto riguarda tutte le proposte di Unicredit non trovo nulla sul sito ufficiale!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube