Il vaccino antinfluenzale potrebbe proteggere dal Covid

1 Settembre 2020 | Autore:
Il vaccino antinfluenzale potrebbe proteggere dal Covid

Uno studio scientifico rivela che le immunizzazioni tradizionali aiutano a prevenire l’infezione da Sars-CoV2, riducendo il rischio nel 47% dei casi.

Il fenomeno del Coronavirus non finisce mai di stupire: adesso emerge che la vaccinazione antinfluenzale può proteggere anche dal Covid-19, riducendo quasi del 50% il rischio di contrarre l’infezione.

Lo rivela una ricerca scientifica condotta dall’Istituto Mario Negri insieme al Politecnico di Milano, i cui risultati sono stati pubblicati oggi da Il Sole 24 Ore: dopo aver comparato i dati è risultato che «il rischio d’infezione da Sars-CoV-2 sarebbe ridotto del 43% dopo vaccinazione anti-polio, del 47% in chi è protetto dall’Haemophilus influenzae, del 28% dopo vaccino anti-pneumococco. Il trend di riduzione del rischio, peraltro, si mantiene anche per chi si è vaccinato nei confronti di queste infezioni negli ultimi cinque anni».

L’indagine ha comparato i dati tra persone sottoposte ad esami per sospetta infezione dal Coronavirus e che si erano vaccinate per l’influenza e per altre malattie, come la poliomelite e la varicella. Ed è emerso che la possibilità di ammalarsi di Covid-19 è notevolmente ridotta proprio in chi si è sottoposto alla vaccinazione antinfluenzale negli ultimi due anni.

Ma anche altre vaccinazioni sono risultate efficaci, sia pure a un livello più modesto: «Le vaccinazioni contro poliomelite, batterio Haemophilus influenzae di tipo B, morbillo-parotite-rosolia, varicella, pneumococco, epatite A e B, oltre ovviamente a quella per l’influenza nella popolazione anziana, somministrate negli ultimi uno, due e cinque anni sono risultate associate a una riduzione dei tassi di infezione da Sars-CoV-2, anche dopo aggiustamento delle analisi per incidenza di infezione da Sars-CoV-2 nell’area geografica considerata e incidenza di tamponi effettuati, parametri demografici, presenza di altre malattie e numero di altre vaccinazioni effettuate» – spiega Giuseppe Remuzzi, direttore scientifico dell’Istituto Mario Negri.

I risultati di questi studi, però, non sono definitivi: «per l’Italia, stiamo ancora valutando i risultati, ma ci sono prove che dimostrano come non solo il vaccino anti-influenzale ma anche altri, ad esempio quello per lo pneumococco, per la poliomielite e per la tubercolosi, potrebbero avere un ruolo protettivo nello sviluppo di Covid-19. Si tratta di ricerche pubblicate sulla piattaforma medRxiv, quindi non ancora sottoposte a rivalutazioni di terzi. Ma si tratta comunque di dati incoraggianti», segnala Remuzzi.

I vaccini, quindi, potrebbero giocare un ruolo importante nella riduzione del rischio di ammalarsi di Covid-19 ed inoltre – aggiunge il direttore del Mario Negri – «essere vaccinati per l’influenza potrebbe favorire una miglior risposta a Covid-19: lo fa pensare uno studio condotto in Brasile su più di 92.000 persone con infezione confermata da Sars-CoV-2. Chi si era vaccinato recentemente aveva un rischio ridotto dell’8% di finire in terapie intensiva e del 18% di necessitare di trattamento di assistenza respiratoria invasiva, rispetto ai non vaccinati. Non si possono trarre conclusioni definitive, ma comunque questi dati sono di grande interesse».

Ma perché la vaccinazione antinfluenzale aiuta a prevenire l’infezione da Sars CoV2 e sembra migliorare la risposta anche in chi ha contratto il Covid-19? Tra le ipotesi che potrebbero spiegare la situazione c’è uno studio di laboratorio dell’Università di Hong Kong pubblicato su The Lancet, che dimostra come i virus influenzali potrebbero facilitare l’ingresso di Sars-CoV-2 nell’apparato respiratorio, attraverso una maggior “espressione” dei recettori Ace-2, punto d’aggancio per le “spikes” (ovvero le punte d’attacco) di Sars-CoV-2.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube