Migranti: niente rimpatrio con figli in età scolare

1 Settembre 2020 | Autore:
Migranti: niente rimpatrio con figli in età scolare

Svolta della Cassazione: i genitori con bambini inseriti nel tessuto sociale italiano hanno diritto al permesso di soggiorno: «Altrimenti, danno al minore».

Lo Stato italiano non può negare il permesso di soggiorno ai genitori con figli in età scolare o prescolare. Il motivo: se i bambini venissero sradicati dal contesto potrebbero subire dei danni. Lo ha stabilito la Cassazione con un’ordinanza depositata oggi [1] che introduce un orientamento nuovo nel nostro ordinamento.

Secondo la Suprema Corte, occorre presumere la fragilità del minore fino a prova contraria applicando il criterio di «rilevanza decrescente dell’età» per i bimbi che appartengono alla fascia prescolare e quello di «rilevanza crescente del grado di integrazione» per i minori in età scolare.

Non si può, dunque, respingere la richiesta di permesso di soggiorno avanzata da una coppia di immigrati quando il rientro nel Paese di origine può comportare un danno per i figli. La Cassazione, su questo, è perentoria: occorre perseguire l’interesse del bambino. «L’età del minore – si legge nell’ordinanza – assume un rilievo presuntivo decrescente con l’aumentare della stessa, pertanto in presenza di un minore prescolare la sussistenza del grave danno, alternativamente derivante dalla sua separazione dai genitori naturali o dal suo sradicamento e trasferimento insieme ad essi nel Paese di origine, va presunta sino a prova contraria».

La Corte insiste: «Va presunta la vulnerabilità dei minori nati in Italia che siano integrati nel tessuto socio-territoriale e nei percorsi scolastici, in applicazione dei criteri di rilevanza decrescente dell’età, per i minori di età prescolare, e di rilevanza crescente del grado di integrazione, per i minori in età scolare». Il giudice di merito, conclude la Cassazione, deve dare primario rilievo al danno che deriverebbe, sulla persona del minore e sulle sue aspettative di vita in Italia, per effetto del rimpatrio in un contesto socio-territoriale con il quale il minore stesso non abbia in concreto alcun rapporto».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube