Politica | News

Renzi: «Questo Governo è finito»

2 Settembre 2020 | Autore:
Renzi: «Questo Governo è finito»

Il leader di Italia Viva disegna i possibili scenari dopo le regionali: nessuno di questi prevede di lasciare l’Esecutivo così com’è. Il futuro di Zingaretti.

È tempo di un nuovo Governo. Che non uscirà dalle urne, ma da un altro accordo politico. Ne è convinto Matteo Renzi, che avrebbe stroncato in questo modo il tentativo del ministro dei Beni Culturali del Pd, Dario Franceschini, di calmare le acque, dopo i tentennamenti del suo segretario, Nicola Zingaretti, preoccupato per il risultato delle elezioni regionali che si terranno fra 20 giorni.

Le indiscrezioni riportate questa mattina dal quotidiano La Repubblica parlando di un momento estremamente delicato all’interno della maggioranza. Franceschini sarebbe intervenuto dopo la lettera di Zingaretti al giornale romano in cui esprimeva i propri timori per gli effetti che un risultato negativo alle urne potrebbero avere sull’Esecutivo. Si guarda con particolare ansia la Toscana, dove un successo del centrodestra sarebbe un colpo micidiale. Franceschini avrebbe avvertito: «Penso che non ci siano altri governi e altre maggioranze possibili in questa legislatura».

Capitolo chiuso? Niente affatto. Su Palazzo Chigi aleggia l’ombra di un Esecutivo di larghe intese. Cosa che il Pd vorrebbe impedire a tutti i costi, con elezioni anticipate se fosse necessario.

C’è, però, sempre lui: il leader di Italia Viva, convinto di ricoprire il ruolo di ago della bilancia, ritiene il Conte-bis un Governo finito. Ma di urne non ne vuole sentir parlare.

Le possibilità nella mente di Renzi sono diverse. La prima: che il Pd alle regionali se la cavi abbastanza bene. In quel caso, ci sarebbe un rimpasto di Governo al quale potrebbe partecipare in prima persona lo stesso Zingaretti. La seconda: che il Pd mantenga solo Campania e Toscana. A quel punto, Conte dovrebbe andare a casa e sarebbe rimpiazzato con un altro premier sostenuto dalla stessa maggioranza.

Poi, c’è lo scenario peggiore: che il Pd si tenga – ben che gli vada – una sola regione. Sarebbe la fine dell’attuale Governo e dell’attuale maggioranza. E, per impedire un giro elettorale che consegnerebbe il Paese al centrodestra, Renzi si darebbe da fare per avere un Esecutivo di unità nazionale presieduto, possibilmente, dall’ex governatore della Bce Mario Draghi.

Nel frattempo, Conte non sarebbe rimasto a guardare. Mentre tenta di proteggersi dal fuoco amico di Luigi Di Maio, sempre più critico nei confronti del premier, si sarebbe parlato con Zingaretti per evitare di essere cacciato via. Al segretario del Pd avrebbe proposto un accordo sulla nuova legge elettorale e, se necessario, anche un eventuale rimpasto dopo le regionali che preveda, appunto, un ministero per Zingaretti.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube