Commercialisti: stop di 8 giorni dal 15 settembre

3 Settembre 2020 | Autore:
Commercialisti: stop di 8 giorni dal 15 settembre

Sciopero della categoria per chiedere maggiore ascolto al Governo. Niente comunicazioni Iva e udienze in Ctp e Ctr fino al 22 settembre.

Partirà il 15 settembre, con delle manifestazioni in piazza, la protesta dei commercialisti per chiedere al Governo ascolto e rispetto per la categoria. L’astensione organizzata dai sindacati del settore durerà 8 giorni, fino al 22 settembre: in questo periodo, non verranno inviate le periodiche comunicazioni Iva del secondo trimestre ed i professionisti non parteciperanno alle udienze delle commissioni tributarie provinciali e regionali.

A nulla è servito l’incontro che si è tenuto nelle ultime ore al Senato tra i rappresentanti sindacali e la consulta dei parlamentari commercialisti, alla presenza del presidente del Consiglio nazionale, Massimo Miani. La categoria chiede che sia riconosciuto il suo ruolo per il bene del Paese e di essere tenuta in considerazione in modo permanente sulle questioni economiche e fiscali. Inoltre, si vuole un coinvolgimento dei commercialisti nella stesura della riforma fiscale annunciata dal ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, e l’annullamento delle sanzioni per chi ha pagato dopo il 20 agosto.

Il 15 settembre, dalle 10.30 alle 12.30, ci sarà una manifestazione in Piazza Santi Apostoli di Roma (sempre che sia autorizzata dalla sindaca Virginia Raggi) a cui potranno partecipare al massimo 500 persone, per rispettare le misure anti-Covid. Si terranno, inoltre, dei sit-in davanti alle direzioni regionali dell’Agenzia delle Entrate.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube