Diritto e Fisco | Articoli

La firma sull’avviso di accertamento: quando è nullo

27 Novembre 2013
La firma sull’avviso di accertamento: quando è nullo

Solo nel caso di firma elettronica avanzata, qualificata o digitale non è necessaria l’apposizione della sottoscrizione, perché si presume che l’utilizzo del dispositivo sia sempre riconducibile al titolare.

Può la mancata sottoscrizione sull’avviso di accertamento, da parte del direttore dell’ufficio, comportare la nullità dell’atto? Si tratta di un quesito assai a cuore a molti contribuenti che spesso cercano di appigliarsi a vizi di forma pur di non pagare le sanzioni dell’Agenzia delle Entrate.

La risposta viene fornita da una rencente sentenza della Commissione tributaria provinciale di Campobasso [1].

Spiegano i giudici che, in tema di accertamento ai fini delle imposte dirette, l’avviso di accertamento è nullo [2] se manca la sottoscrizione del direttore provinciale, titolare capo dell’ufficio, o di altro impiegato della carriera direttiva, come ad esempio il capo area, da lui delegato (sul problema della delega leggi l’articolo “Avviso di accertamento firmato non dal dirigente: se manca la delega è nullo”).

In caso di contestazione da parte del contribuente, è l’Agenzia delle entrate che ha l’onere di dimostrare la presenza del potere a firmare o di eventuale delega, trattandosi di un documento già in possesso dell’amministrazione finanziaria.

L’onere va però escluso nell’ipotesi di avviso mediante documento informatico (ossia redatto in formato elettronico [3]), sottoscritto, quindi, con firma elettronica avanzata, qualificata o digitale [4]. Infatti l’utilizzo di tali dispositivi di firma (elettronica avanzata, qualificata o digitale) si presume sempre riconducibile al titolare, salvo che questi fornisca prova contraria.

Sul problema delle firme dei falsi dirigenti, ricorderete che qualche giorno fa è scoppiata la bufera sulle Agenzie delle Entrate e, di conseguenza, su Equitalia (leggi l’articolo: “Dirigenti falsi all’Agenzia delle Entrate: cartelle Equitalia e avvisi di accertamento nulli!”).


note

[1] CTP Campobasso, sent. n. 138/13.

[2] Ai sensi dell’articolo 42, Dpr 600/73.

[3] Ex articolo 21, D.Lgs. 82/2005.

[4] Formato nel rispetto delle regole tecniche di cui all’art. 20, c. 3, D.Lgs. 82/2005, come modificato dal D.Lgs. 235/10.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Buonasera

    Gradirei ricevere l’elenco dei non dirigenti (vivo a Taranto)

    Grazie
    Francesco Maggio

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube