Tasse: meno versamenti fiscali in emergenza Covid

7 Settembre 2020 | Autore:
Tasse: meno versamenti fiscali in emergenza Covid

Entrate tributarie in calo del 7,7% nei primi 7 mesi dell’anno; in base al Decreto Agosto, i pagamenti sospesi possono essere ripresi a rate dal 16 settembre.

Calo delle entrate tributarie erariali nel periodo da gennaio a luglio 2020 compreso: secondo le elaborazioni del ministero dell’Economia e Finanze diffuse oggi, ammontano a 230.948 milioni di euro, con una riduzione di 19.195 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, pari ad un -7,7%. Nel mese di luglio, la diminuzione è stata più accentuata, con una variazione negativa di 5.212 milioni di euro (-10,5%).

Nella nota del Mef, diffusa dall’agenzia stampa Adnkronos, si legge che «la variazione negativa riflette sia il peggioramento congiunturale sia le misure adottate dal Governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Infatti, dopo l’andamento positivo registrato nel primo bimestre dell’anno, (+5,4%), nei mesi successivi la diminuzione del gettito delle entrate tributarie è stato influenzato dagli effetti dei vari interventi normativi che hanno disposto la sospensione di versamenti tributari e contributivi.

In particolare, il Decreto Rilancio ha sospeso i pagamenti delle tasse prorogando fino al 31 agosto i termini già sospesi dal Decreto Cura Italia, con possibilità di riprendere i pagamenti entro il 16 settembre. Adesso, secondo quanto disposto dall’ultimo intervento normativo del “Decreto Agosto[1]  i versamenti potranno essere effettuati, senza applicazione di sanzioni ed interessi, per un importo pari al 50% in un’unica soluzione entro il 16 settembre o mediante rateizzazione fino ad un massimo di 4 rate mensili di pari importo, versando la prima rata entro il 16 settembre 2020.

Il pagamento del restante 50% delle somme dovute dovrà essere effettuato, sempre senza sanzioni e interessi, con un massimo di 24 rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 gennaio 2021.

Se hai già rateizzato i tuoi debiti fiscali oppure hai ricevuto cartelle esattoriali o intimazioni di pagamento, devi sapere che il Decreto Agosto ha anche prorogato, fino al 15 ottobre, il termine della sospensione della notifica di nuove cartelle e dell’invio degli atti della riscossione disponendo, inoltre, la sospensione dei pagamenti relativi a cartelle, avvisi di addebito e avvisi di accertamento esecutivi in scadenza dall’8 marzo: il pagamento dovrà essere effettuato entro il 30 novembre 2020. Leggi anche gli articoli “Rateizzazioni sospese: fino a quando?” e “Cartelle esattoriali: le nuove scadenze di pagamento“.


note

[1] Decreto Legge 14 agosto 2020, n.104.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube