Contanti: bonus sul pagamento con carta dal 1° dicembre

8 Settembre 2020 | Autore:
Contanti: bonus sul pagamento con carta dal 1° dicembre

I consumatori potranno recuperare il 10% su una spesa minima di 3.000 euro all’anno con carta di credito o di debito. Le altre agevolazioni.

Partirà il 1° dicembre, secondo le intenzioni appena confermate dal Governo, il cosiddetto «piano cashback» con cui si farà un ulteriore passo per ridurre al massimo l’uso dei contanti. È lo stesso presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante un incontro con i principali gestori di carte di credito e di debito, a insistere sull’obiettivo di favorire da quella data il pagamento con moneta elettronica.

Conte ha chiesto agli operatori un nuovo impulso all’adeguamento tecnologico richiesto per far partire il piano il 1° dicembre. La messa a punto prevede la rendicontazione delle transazioni sia attraverso la piattaforma PagoPa sia mediante le piattaforme bancarie ed il trasferimento delle informazioni all’Agenzia delle Entrate. Per invogliare di più i consumatori a fare ricorso alla carta anziché alle banconote, il Governo ipotizza di riconoscere all’acquirente il 10% della spesa che ammonta ad un minimo di 3.000 euro all’anno. In pratica, chi spende quella cifra in 12 mesi otterrà un bonus da 300 euro. Oltre alla soglia di spesa è previsto anche un limite minimo di operazioni, per incentivare l’uso della moneta elettronica anche per piccoli acquisti.

Non dovranno darsi da fare nei prossimi due mesi e mezzo soltanto i gestori: anche il Governo dovrà accelerare sulla tabella di marcia per approntare il decreto attuativo sul piano cashback. Il provvedimento dovrà avere, innanzitutto, il via libera del Garante della privacy e, poi, quello della Corte dei conti.

Il piano per la riduzione dell’uso dei contanti prevede anche un credito d’imposta per le commissioni pagate dai piccoli esercenti in vigore dal 1° luglio scorso, detrazioni fiscali solo per prestazioni pagate con moneta elettronica e un’esenzione fiscale più per chi usa buoni pasto elettronici, oltre all’abbassamento, già in vigore della soglia dei pagamenti in contanti da 2.999,99 a 1.999,99 euro fino al 31 dicembre 2021. Dal 1° gennaio 2022, il limite scenderà ulteriormente a 999,99 euro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Tutto buono, corretto, giusto e conveniente.
    Ma come si fa con tutti quei commercianti che non hanno il POS?
    Perchè non si applica lo stesso sistema con gli scontrini fiscali come per le farmacie?
    Trasmettere automaticamente all’agenzia delle entrate gli scontrini pagati con contanti, carte di credito o bancomat, questa è certezza per pagare le tasse giuste per tutti, ma anche per calcolare e verificare correttamente il famoso e decantato bonus .
    Solo così emergerebbe l’evasione fiscale.
    I pagamenti inoltre dovrebbero riguardare tutte le categorie a partire dagli avvocati, professionisti, studi medici, ecc. ecc. questi sono i veri evasori perchè pretendono il pagamento in contante e non rilasciano mai uno scontrino o fattura.
    Ma di sicuro nessun governo applicherà tale norma

  2. Chissà chi saranno i primi beneficiari della moneta elettronica,ma prima vi siete fatti comprare con 80 euro(renzi)adesso vi fate comprare con 300 euro quando inizierannogli accertamenti sulle spese personali allora ci sarà da ridere

Rispondi a Paolo Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube