Politica | News

Recovery Fund: così l’Italia spenderà i soldi dell’Europa

8 Settembre 2020
Recovery Fund: così l’Italia spenderà i soldi dell’Europa

Gli investimenti del Governo fissati in un documento che sarà presentato ufficialmente domani.

209 miliardi di euro da spendere: in che modo? Lo svela la bozza delle linee guida per la definizione del piano nazionale di ripresa e resilienza, riportata oggi da Repubblica. Il documento sarà presentato ufficialmente domani ma già circolano le prime anticipazioni sulle priorità che il Governo si è dato sui settori nei quali investire, attraverso il pacchetto di risorse proveniente dal Next Generation Eu, meglio noto come Recovery Fund.

In trenta pagine e 28 slide vengono illustrati i sei obiettivi dell’Esecutivo, chiamati nella bozza delle linee guida «cluster d’intervento», con la promessa di far fare all’Italia un balzo in avanti, in termini di innovazione, crescita e occupazione (l’obiettivo è di innalzarla di dieci punti, dall’attuale 63% al 73,2% della media europea).

In particolare, le sei mission del Governo sono queste:

  • digitalizzazione e innovazione;
  • rivoluzione verde e transizione ecologica;
  • infrastrutture per la mobilità;
  • istruzione e formazione;
  • equità, inclusione sociale e territoriale;
  • salute.

Il primo obiettivo della digitalizzazione passa per un necessario potenziamento della rete Internet, attraverso sviluppo del 5G e completamento dei lavori per la costruzione della fibra ottica nazionale. Lotta alla burocrazia e semplificazione, tramite l’informatizzazione della pubblica amministrazione. Si punta a restringere sempre più il digital divide: in Europa, negli ultimi tre mesi, l’87% della popolazione, in media, ha usato Internet, contro il 76% italiano. Segno di disuguaglianze nell’accesso alla Rete che vanno combattute.

La rivoluzione verde dovrà sostanziarsi nella decarbonizzazione dei trasporti, nel miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici pubblici, nella gestione integrata del ciclo delle acque e negli investimenti in economia circolare. In questo modo si potrà incidere sui livelli d’inquinamento e di tossicità dell’aria.

Mobilità sostenibile significa potenziamento di trasporti e infrastrutture. Il documento fa cenno al completamento dei corridoi Ten-T di cui fa parte la Torino-Lione, fa notare il quotidiano diretto da Maurizio Molinari. Gli investimenti riguarderanno alta velocità ferroviaria, autostrade, ponti e mobilità urbana sostenibile.

Quanto all’istruzione e alla formazione, l’Italia è indietro, rispetto agli altri Paesi europei, proprio come accade per l’accesso a Internet. Nelle intenzioni del Governo, i due ambiti dovranno incontrarsi: la scuola e l’università dovranno essere sempre più digitalizzate, accanto al perseguimento di politiche utili a incrementare il numero dei laureati.

A proposito di diseguaglianze, il lockdown le ha mostrate tutte. Ecco perché l’esecutivo presieduto da Giuseppe Conte vuole accelerare su equità e inclusione. Si pensa a politiche attive del lavoro e per l’occupazione giovanile, al Family act e a una particolare formazione per le donne.

Ultimo punto menzionato nelle linee guida, la salute. Anche qui la digitalizzazione avrà un ruolo fondamentale, tramite il potenziamento della telemedicina e l’introduzione del fascicolo sanitario elettronico. Tra gli obiettivi, anche quello di migliorare l’assistenza domiciliare e aumentare i posti in terapia intensiva.

La bozza delle linee guida ha il fine di raddoppiare il tasso di crescita dell’economia italiana, dallo 0,8 degli ultimi dieci anni alla media europea dell’1,6%.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube