Cronaca | News

L’allarme sui negozi di abbigliamento

8 Settembre 2020
L’allarme sui negozi di abbigliamento

Crollo verticale delle vendite, si salva solo il commercio elettronico. Codacons fa la conta degli esercizi commerciali che chiuderanno.

Si temeva un terribile autunno caldo, fatto di proteste, emorragia di posti di lavoro e aziende pronte a tirare giù le saracinesche (ne avevamo parlato qui: L’allarme del ministro dell’Interno sul rischio tensioni). Il rischio è che si vada in questa direzione ancor prima dell’autunno.

A lanciare l’allarme è Codacons, l’associazione a tutela dei consumatori, che commenta i dati Istat sulle vendite al dettaglio di luglio. Si registra una contrazione pari al 2,2% degli incassi e un 3,1% in meno di volumi di vendita. Calano sia gli acquisti di beni non alimentari (-4,8% in volume e -3,2% in valore), sia quelli di beni alimentari (-0,8% in volume e -1% in valore), seppur in misura più ridotta.

Il bilancio per i primi sette mesi del 2020 è -8,5% di vendite al dettaglio, contrariamente all’e-commerce che ha conosciuto un vero e proprio boom (+28,5%).

«Nonostante le riaperture di tutti gli esercizi commerciali si registra letteralmente un crollo verticale delle vendite al dettaglio in Italia che coinvolge anche la grande distribuzione – afferma il presidente di Codacons Carlo Rienzi -. Rispetto a luglio 2019 a eccezione del commercio elettronico il segno è negativo per tutti i settori, con punte del -11,7% per i piccoli negozi e il record di quasi il -30% per l’abbigliamento».

Rienzi vede neri i prossimi mesi, da qui alla fine dell’anno. Questo stato di cose, secondo l’avvocato che presiede l’associazione a tutela dei consumatori, rappresenta un «quadro allarmante» che «avrà conseguenze pesanti per il commercio: senza interventi efficaci a sostegno dei consumi il Codacons stima che 27mila negozi solo nel comparto dell’abbigliamento siano a rischio chiusura entro il 2020, con ripercussioni pesanti sul fronte dell’occupazione».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube