Gratuito patrocinio: il procedimento diventa telematico

8 Settembre 2020 | Autore:
Gratuito patrocinio: il procedimento diventa telematico

Le istanze di ammissione saranno depositate esclusivamente in via telematica: lo stabilisce il Dl Semplificazioni, per velocizzare la procedura di liquidazione.

Il Dl Semplificazioni incide anche sul procedimento per il patrocinio a spese dello Stato, comunemente chiamato “gratuito patrocinio“. Durante la fase di conversione in legge al Senato, è stato inserito un emendamento [1] con il quale si stabilisce che le istanze di ammissione al beneficio dovranno essere depositate, presso la cancelleria del giudice competente a decidere, «esclusivamente mediante modalità telematica».

Le nuove disposizioni riguarderanno tutte le domande presentate a partire dal giorno successivo all’entrata in vigore della legge di conversione. Quanto ai tempi, la Camera ha fissato la discussione sul Dl Semplificazioni – per il quale il Governo ha posto la fiducia – il 9 settembre e il voto finale è previsto per giovedì 10 settembre.

La nuova procedura telematica dovrebbe favorire una evasione più rapida delle richieste di liquidazione dei compensi spettanti al difensore della parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato e al difensore d’ufficio, che attualmente registrano pesanti ritardi in molti tribunali.

La senatrice proponente l’emendamento, Anna Rossomando, ha spiegato che «si introduce da subito una sostanziale novità destinata a razionalizzare e velocizzare il metodo di liquidazione dei compensi per gli avvocati difensori» e sottolinea che «il Governo si è impegnato a prevedere nel primo provvedimento utile, tutte le misure di carattere economico ed amministrativo necessarie a favorire il pagamento dei compensi degli avvocati difensori in tempi certi e ragionevoli».

Rossomando evidenzia che «si tratta di un intervento atteso dall’avvocatura, una delle categorie che in seguito alla crisi Covid-19 ha visto una evidente contrazione dell’attività professionale. Tutelare un istituto come quello del gratuito patrocinio significa garantire la piena applicazione del diritto alla difesa per tutti i cittadini indipendentemente dal reddito».

Le modalità di inoltro delle istanze di ammissione al gratuito patrocinio in via telematica dovranno essere individuate in un prossimo provvedimento del direttore generale per i sistemi informativi automatizzati del ministero della Giustizia (Dgsia).


note

[1] Art. 37 bis D.L. 16 luglio 2020, n.76.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube