L’infettivologo: “18mila con Hiv e non lo sanno”

10 Settembre 2020
L’infettivologo: “18mila con Hiv e non lo sanno”

Milano, 10 set. (Adnkronos Salute) – “Oggi calcoliamo che circa 18 mila persone in Italia vivono con l’infezione da Hiv e non sanno di essere infetti. Vuol dire che si devono cercare nuove strategie per far emergere il sommerso, per far sì che queste persone possano essere diagnosticate rapidamente e non avvenga ciò che sta abitualmente avvenendo, cioè una diagnosi tardiva che comporta mille problematiche in termini di salute per il paziente e di sanità pubblica, perché questo vuol dire aumentato rischio di trasmissione della malattia”. E’ il monito lanciato dall’infettivologo Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit), oggi durante l’evento online di premiazione dei vincitori di ‘Devs for Health’, progetto italiano di Open Innovation in Hiv, promosso e organizzato da Gilead Sciences insieme a pazienti e medici.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube