Sanità: violazioni direttive Ue, per medici specialisti penalizzati scatta petizione

11 Settembre 2020
Sanità: violazioni direttive Ue, per medici specialisti penalizzati scatta petizione

Roma, 10 set. (Adnkronos Salute) – “È ora di restituire i soldi e i diritti negati ai nostri medici”. Nasce da questo presupposto la petizione lanciata dal gruppo Consulcesi con l’obiettivo “di sanare definitivamente la profonda ingiustizia subita da oltre 180mila specialisti italiani sottopagati negli anni della specializzazione”, sottolinea Consulcesi. La questione nasce da due direttive europee (82/76 Cee e 93/16/Ce) “che prevedevano un’adeguata remunerazione per i medici che frequentano le scuole di specializzazione, che lo Stato italiano ha recepito in ritardo, e solo parzialmente. Si è creata così – riconosce Consulcesi – una disparità enorme tra i medici italiani immatricolati tra il 1978 ed il 2006 ed i colleghi europei”.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube